PLAYRETRO.IT

Never Surrenda To the Future!

Home Review
Ebenezer and the Invisible World – Recensione

 ( 2023 Play on Worlds ) - ( Pc Steam/Gog - Ps4/Ps5 - Nintendo Switch - Xbox  )

Ebenezer and the Invisible World – Recensione

 ( 2023 Play on Worlds ) - ( Pc Steam/Gog - Ps4/Ps5 - Nintendo Switch - Xbox  )

di LittlePellizza
A+A-
Reset

Ebenezer and the Invisible World – Recensione

 ( 2023 Play on Worlds ) – ( Pc Steam/Gog – Ps4/Ps5 – Nintendo Switch – Xbox  )

INFO

Unisciti a Ebenezer Scrooge e a una squadra di spettri alleati per salvare Londra dalle grinfie del ricco industriale Caspar Malthus e della sua guardia privata militante. Con ogni fantasma che offre le sue abilità uniche, esplorate gli angoli bui di Londra e scoprite la sinistra influenza dello Spirito Oscuro e di un esercito di fantasmi impenitenti. Avrete il coraggio di affrontare Caspar e fermare i suoi piani malevoli prima che sia troppo tardi?

 

Header 1 Header 2
   
 

 Ebenezer and the Invisible World

Data di pubblicazione 03 novembre 2023
Genere Arcade Metroidvania
Tema Natale
Origine
Sviluppo Orbit Studio
Pubblicazione
Play on Worlds
Lingua Inglese- Francese – Tedesco – Italiano
Piattaforme PC STEAM / GOG – PS4/PS5 -NINTENDO SWITCH – XBOX
Sito Ufficiale ebenezerinvisibleworld.com
   

 

CARATTERISTICHE
  • Incontrare e sbloccare potenti Fantasmi, ognuno con la propria storia e le proprie missioni da completare, che prestano i loro poteri a Ebenezer in questa avventura.
  • Esplorate la Londra dell’epoca vittoriana in diverse regioni della città e scoprite gli oscuri segreti della famiglia Malthus.
  • Attraversate il mondo in modo straordinario con l’aiuto dei Fantasmi del Movimento, tra cui le trapeziste Rose e Flossie Reed, l’alpinista Victoria Peak, il professore di tempo e spazio Haley Hall e molti altri.
  • Utilizzate l’abilità speciale di ogni fantasma per esplorare il mondo, combattendo al contempo una legione di fantasmi impenitenti che si sono abbattuti su Londra dopo il ritorno dello Spirito Oscuro.
  • Godetevi la narrazione attraverso i dialoghi e le scene di gioco e scoprite le tragiche storie dei Fantasmi ora legati al mondo mortale.
  • Imparare e padroneggiare una mappa intricata in un classico Metroidvania non lineare e con abilità.
  • Raccogliete materiali limitati come Etere, Ferro e Artemisia per sbloccare nuovi oggetti e abilità.
  • Scoprite aree segrete e materiali rari.
  • Tutte le immagini sono disegnate a mano e presentano animazioni e colori fotogramma per fotogramma.
  • Un nuovo cattivo è emerso a Londra, Caspar Malthus, ma la sua vera natura potrebbe non essere quella che sembra
  • Incontra i fantasmi, ognuno con una storia personale, che si uniscono a Ebenezer nella sua avventura una volta completate le loro missioni
  • Oltre 50 personaggi diversi con dialoghi
  • Immergiti profondamente nella tradizione esplorando la storia della vita e gli atti passati di ciascun Unrepentant Ghosts
  • Esplora la profondità di Londra, dal centro città pieno di Natale alla necropoli piena di fantasmi.
  • Gioca secondo le tue preferenze: personalizza le abilità di Ebenezer utilizzando qualsiasi combinazione di 4 cimeli scoperti con il sistema di slot Heirloom
  • Potenziamento del tuo fantasma: ogni Fantasma d’attacco può essere potenziato per conferire a Ebenezer un potere maggiore!
  • Armi spettrali: Ebenezer acquisirà bastoni incantati e armi spettrali che incuteranno timore nei suoi avversari
  • Crafting Lite: raccogli oggetti rari come platino, Mugwart, vetro e altro per creare potenziamenti per fantasmi, salute e spirito
  • Puzzle che ti faranno riflettere: Ebenezer non usa solo la braun: usa la tua intelligenza per completare puzzle divertenti e coinvolgenti
EDIZIONE FISICA

Nessuna edizione fisica e’ prevista al momento ma se acqusiterete la versione digital deluxe avrete alcuni extra

STORIA

Non sai cosa vuol dire essere poveri e tuttavia avere il cuore pieno di amore e generosità.” – Fantasma del regalo di Natale

Unisciti a Ebenezer Scrooge e a una squadra di spettri alleati per salvare Londra dalle grinfie del ricco industriale Caspar Malthus e della sua guardia privata militante. Con ogni fantasma che offre le sue abilità uniche, esplorate gli angoli bui di Londra e scoprite la sinistra influenza dello Spirito Oscuro e di un esercito di fantasmi impenitenti. Avrete il coraggio di affrontare Caspar e fermare i suoi piani malevoli prima che sia troppo tardi?

La storia inizia nella Londra di epoca vittoriana, nel maniero della famiglia Malthus. L’attuale patriarca della famiglia, Caspar Malthus, è un ricco industriale e capo di un impero manifatturiero. Come coloro che lo avevano preceduto, detestava i poveri e la classe operaia di Londra e sperava in un futuro in cui alcune nuove tecnologie potessero rendere la loro presenza nella società del tutto superflua. Non pensava né si preoccupava molto di ciò che sarebbe successo a tutti loro in seguito.

Una vigilia di Natale, Caspar ricevette la visita del fantasma di un vecchio amico d’infanzia, Eric Fellows. Eric era venuto per avvertire Caspar che doveva cambiare i suoi modi, altrimenti avrebbe sofferto un’eternità di tormento su questa terra, gravato dalle catene della sua stessa crudeltà. Caspar non era convinto da queste profezie, ma Eric se lo aspettava. Disse a Caspar che sarebbe stato visitato da tre fantasmi…

Gli spiriti del Natale del passato, del presente e del futuro apparvero e mostrarono a Caspar molte scene della sua vita. La sua infanzia, la difficile situazione dei suoi lavoratori e, infine, lo Spirito del Natale che deve ancora venire gli hanno permesso di assistere alla vigilia della sua morte. Caspar vide un vecchio, curvo su un tavolo da disegno e circondato da una biblioteca di progetti, modelli e idee fallite. L’ossessione del suo sé futuro per l’ideazione di mezzi per espandere gli imperi della sua famiglia senza la necessità di sostenere i poveri e la classe operaia della città non ha fatto che crescere nel corso degli anni. Caspar osservò il suo sé futuro dare l’ultimo tocco finale al suo nuovo dispositivo e poi improvvisamente urlare con un gioioso grido di esultanza quando si rese conto che, dopo una vita di tentativi falliti, aveva finalmente raggiunto il suo obiettivo. Tuttavia, questo momento di trionfo fu di breve durata poiché questa eccitazione era eccessiva per il suo vecchio e fragile corpo, logorato da decenni di abbandono. Caspar guardò il suo sé futuro cadere a terra, fare un ultimo respiro e morire da solo nella sua casa vuota senza una sola anima a piangerlo.

Quando Caspar tornò al presente assicurò a Eric di aver visto il suo errore. Non avrebbe ceduto a quel destino né avrebbe permesso che la sua vita diventasse un’ossessione per un obiettivo irraggiungibile. Quando Eric se ne andò, tornò nel suo studio per riflettere sugli eventi della notte. Era quasi addormentato quando fu sorpreso dal rumore sordo di immense catene trascinate sul pavimento. Aprì gli occhi solo per vedere uno spirito molto più sinistro apparire davanti a lui. Questa enorme creatura oscura si lamentava sarcasticamente di quanto fosse sciocco Caspar nella sua paura di ciò che il futuro avrebbe portato. Disse a Caspar che il futuro di cui era stato testimone non sarebbe mai dovuto avverarsi. Lo spirito oscuro ricordò a Caspar che aveva già visto i risultati della sua ossessione decennale, il meccanismo che avrebbe posto fine ai bisogni della classe operaia a Londra. Un mondo in cui i ricchi e i benestanti non debbano più subire la presenza delle classi inferiori. Anche se il suo sé futuro potrebbe non essere vissuto abbastanza per vedere il dispositivo messo in azione, non c’era motivo per cui non potesse utilizzarlo adesso.

Caspar ci ha pensato. Aveva visto abbastanza del dispositivo e dei progetti sparsi sul pavimento per capire l’ingegnosità di come se ne sarebbe appropriato. Sì, pensò tra sé, potrei crearlo proprio adesso, proprio qui nella mia fabbrica. Non ci sarebbe voluto mezzo secolo e nemmeno un decennio, non ci sarebbe voluto più di un anno, dopodiché la famiglia Malthus avrebbe finalmente realizzato l’obiettivo di una generazione. Anche se tra Caspar e lo spirito oscuro non furono pronunciate parole, nei loro occhi c’era la consapevolezza che entrambi avevano molto lavoro da fare.

La nostra storia inizia ancora una volta nella città di Londra alla vigilia di Natale, 1 anno dopo. 

PROTAGONISTA

Ebenezer Scrooge

Ebenezer Scrooge è il personaggio principale del racconto Canto di Natale, scritto da Charles Dickens nel 1843.

È il più importante della serie dei Libri di Natale (The Christmas Books), una collezione di racconti che include oltre al Canto (1843), Campane a Festa (The Chimes, 1845), L’uomo visitato dagli spettri (The Haunted Man, 1848), Il grillo sul caminetto (The Cricket on the Hearth, 1845) e La lotta per la vita (The Battle for Life, 1846). Questo personaggio è tirchio, avaro, con un cuore di ghiaccio. Disprezza il Natale che considera solo una perdita di tempo, durante lo svolgimento della storia avrà un cambiamento di carattere.

Ebenezer Scrooge, descritto nel racconto come un vecchio e ricco borghese senza moglie e figli, viene sempre rappresentato nei film da attori di altezza non molto elevata (poiché all’epoca del racconto le persone erano mediamente più basse rispetto al ventunesimo secolo), e a volte con addosso gli occhiali. Dickens lo descrive come un uomo tanto avaro da spendere il minimo indispensabile su ogni cosa, compresa la cura della propria persona e il suo aspetto fisico.

Indossa vestiti piuttosto vecchi e trasandati nascosti sotto una giacca di raso un po’ più pregiata che indossa al solo scopo di fare una buona impressione ai suoi clienti. Poiché mangia solo il minimo indispensabile per saziarsi ha un aspetto magro e asciutto, e inoltre ha una postura leggermente gobba, dovuta al lungo tempo trascorso seduto al suo scranno a lavorare e contare i soldi.

FANTASMI

LI INCONTRETE DURANTE IL GIOCO

Buster Bailey, da quanto poteva ricordare, era sempre stato definito un monello di strada dalla gente di Londra. Tutti i bambini dell’orfanotrofio sapevano che Buster Bailey aveva un grande cuore. Quando all’orfanotrofio arrivavano nuovi bambini li faceva sempre sentire a casa. Dopo la sua triste e troppo presto transizione nell’aldilà, Buster rimase nel mondo mortale. A differenza della maggior parte degli altri spiriti, però, non è appesantito dalle catene. Resta per nessun altro scopo se non quello di vegliare sugli altri orfani
Haley Hall era una stella nascente nel campo dell’astrofisica. Fin dalla giovane età, è stata affascinata dai misteri dell’universo e si è dedicata a svelarne i segreti. La sua passione si trasformò in ossessione e alla fine diede priorità alla sua ambizione rispetto al benessere dei suoi cari. Haley era così concentrata sul suo lavoro e sulla sua ricerca che non se ne accorse. La sua salute ne risentì e alla fine anche lei divenne parte del mondo invisibile. Al momento della sua scomparsa, si vociferava che Haley avesse fatto una scoperta rivoluzionaria nella teoria del teletrasporto.
Victoria Peak era una rinomata guida nelle montagne tedesche durante l’era vittoriana. Era nota per il suo coraggio e la sua audacia, che salvarono innumerevoli vite. Tuttavia, la sua incoscienza avrebbe fatto sì che altri cadessero in pericolo e alcuni addirittura perdessero la vita sotto la sua guida. Il peso dei suoi errori passati gravava sulla coscienza di Victoria, portandola a mettere in discussione le sue capacità e decisioni, costringendola infine a rivalutare le sue scelte di vita.
Flossie Reed era un’acrobata di talento che si esibiva con sua sorella Rose. Flossie era meticolosa riguardo al suo aspetto e trascorreva gran parte del suo tempo libero davanti agli specchi. La sua precisione si trasformò in ossessione quando Flossie iniziò a trascurare la pratica in favore dell’ammirazione del proprio riflesso nello specchio. Durante un’esibizione di routine mentre era sospesa in aria, Flossie mancò un segnale provocando una caduta fatale e una transizione anticipata nell’aldilà.
GAMEPLAY

UN METRODIVANIA CON LO SPIRITO NATALIZIO!

Nonostante sia il presunto “periodo più bello dell’anno”, è in qualche modo sorprendente che molti giochi non ruotino attorno al Natale tranne i classici ispirati a babbo natale. Questa idea da sola ha reso Ebenezer and the Invisible World, sviluppato da Orbit Studio e Play on Worlds, intrinsecamente avvincente, soprattutto per i fan delle vacanze. All’identità straordinaria di questo titolo si aggiunge la sua ambientazione nel classico romanzo di Charles Dickens, A Christmas Carol. Quindi, con una premessa così accattivante già stabilita, come regge il gioco stesso? Finalmente un Metroidvania che non è fantasy o sci-fi

Le premesse accattivanti e l’ambientazione a tema natalizio di Ebenezer and the Invisible World lo rendono un gioco imperdibile per gli appassionati di Natale. È un metroidvania che si distingue per tutte le giuste ragioni.

Ebenezer and the Invisible World ruota attorno alla figura di Ebenezer Scrooge, dopo i suoi incontri con i fantasmi del passato, presente e futuro. Questi incontri trasformano Scrooge da un magnate senza cuore e guidato dalla finanza in un personaggio più concreto, comprensivo e amichevole. In uno sforzo ambizioso per correggere l’egoismo di se stesso, si imbarca in una missione per porre fine alla tirannia dell’industriale Caspar Malthus e dei suoi devoti scagnozzi, amplificata dalla presenza dello Spirito Oscuro e dei Fantasmi impenitenti, dando alla situazione collettiva un aspetto soprannaturale come stile.

Ebenezer and the Invisible World non esita a enfatizzare la sua narrativa. Sebbene il gameplay sia al centro dell’esperienza, noterai subito l’abbondanza di dialoghi abbinati a un’introduzione piuttosto poco coinvolgente che sembra richiedere la recitazione vocale date le immagini di lunga durata. Tuttavia, la scrittura del testo compensa parzialmente questo. Viene utilizzato un linguaggio forbito a tratti aulico , per arrivare al nocciolo della questione in modi eloquenti e memorabili. Nel corso della storia, Scrooge riconosce le colpe del suo passato mentre si connette con i meno fortunati e li aiuta direttamente, forse come una forma di espiazione. Questa accattivante caratterizzazione spinge avanti la trama altrimenti noiosa, nonostante il suo ritmo .

Far salire di livello Scrooge: la sfida del gioco

Dal punto di vista del gameplay, il titolo è un miscuglio come tanti metroidvania recenti , ma non a causa di difetti o risultati eccezionali. Ebenezer and the Invisible World  vanno sul sicuro sotto molti aspetti. Scrooge si controlla bene con animazioni fluide che comunicano il tempismo efficace necessario per varie situazioni. Tuttavia, la sua apatica velocità di movimento, che rimane lenta anche dopo gli aggiornamenti, e la rigida inattività dopo i passi laterali rendono la progressione alquanto frustrante a tratti . Sebbene questi fattori da soli non siano particolarmente irritanti, l’identità del gameplay amplifica questi difetti.

Sebbene il combattimento e l’esplorazione del gioco siano utili, non riescono a offrire un’esperienza davvero coinvolgente. Il gameplay sembra un po’ blando e ripetitivo, privo del fattore “wow”.

Man mano che avanzi, Scrooge si allea con i fantasmi, garantendogli nuove abilità per movimenti migliorati, come in un tipico metroidvania. Tuttavia, queste acquisizioni raramente sembrano veramente gratificanti, poiché spesso sono puramente situazionali e non aggiungono abbastanza varietà al ciclo di gioco generale. La velocità di movimento del personaggio ed il gameplay basico possono portare alla noia nel tempo, con l’esplorazione principale che porta a termine il lavoro solo a un livello molto elementare, nonostante le funzionalità aggiunte. Sebbene le prolisse missioni secondarie e i profili nel menu principale forniscano una certa profondità e peso ai personaggi selezionati, sembrano un po’ appiccicosi, privi di crescita espansiva

Il combattimento è altrettanto insignificante, costituito da attacchi base e speciali con generosi telegrafici nemici. È decente ma eccessivamente indulgente, consentendo ai giocatori di cavarsela con poche difficoltà. Gli incontri con i boss sono notevolmente meno tesi e impegnativi del previsto. Tuttavia, questa accessibilità rende il gioco accessibile ai nuovi arrivati ​​​​nel genere. Gli oggetti e i pick-up che puoi raccogliere raramente richiedono molta riflessione.

Ebenezer può equipaggiare la frusta, l’ascia o altro ma non cambierà mai il danno che infligge, e anzi, l’animazione in genere risulterà più lenta e meno performante del bastone che invece resterà la vostra arma preferita fino alla fine del gioco.

Mentre esplori, incontrerai diversi spiriti che necessitano di assistenza offrendo missioni secondarie, che di solito comportano semplici missioni di recupero o la sconfitta di nemici. Al termine, verrai ricompensato con un nuovo spirito da reclutare nel tuo gruppo per assisterlo in combattimento quando richiesto. 

Le straordinarie illustrazioni e animazioni disegnate a mano di Ebenezer and the Invisible World elevano l’intera esperienza, rendendo vale la pena giocarci per il puro fascino visivo. Tuttavia, i giocatori dovrebbero essere consapevoli degli errori di battitura persistenti e della spaziatura strana nel dialogo.

D’altro canto, mentre la mappa illustra le basi della tua posizione e delle uscite, non ti informa esplicitamente sulla posizione degli oggetti fin dall’inizio. Sarebbe stato preferibile se la mappa ti informasse almeno del numero di ritiri rimanenti per schermata o località, risparmiandoti inutili ritorni indietro e fornendo trasparenza.

Aggiungete a questo una vastità smodata dei livelli, l’assenza quasi totale di fast-travel o di punti di teletrasporto, e l’impossibilità di effettuare degli upgrade sulla velocità del protagonista, vi farà capire quanto possa essere frustrante l’approccio al gioco.

Tuttavia, nonostante i suoi difetti, Ebenezer and the Invisible World eccelle nella presentazione. Il gioco vanta splendide illustrazioni disegnate a mano e colorazioni e animazioni fotogramma per fotogramma, che danno vita all’avventura. Questa forza da sola può motivare alcuni giocatori a continuare a progredire, anche se il ciclo di gioco standard diventa noioso. Tuttavia, il dialogo soffre di errori di battitura e spaziature strane. Giocando a questo gioco dopo la patch di lancio, non ho riscontrato i problemi di testo più eclatanti che affliggevano la pre-release del titolo, quindi assicurati che il gioco sia aggiornato alla sua ultima iterazione.

La scrittura del gioco è una stella splendente, che dà vita a Ebenezer Scrooge e alla sua trasformazione. È una vera testimonianza del potere della narrazione, anche se il ritmo a volte vacilla.

Il gioco impegnerà il giocatore per una trentina d’ore circa per raggiungere il completamento.

VERDETTO

Ebenezer and the Invisible World è un metroidvania a metà strada che, a parte la presentazione e le premesse, non fa molto per distinguersi dalla massa. Il suo combattimento e l’esplorazione accettabili raggiungono il minimo indispensabile, rendendo più evidenti i suoi sottili difetti. I giocatori potrebbero ritrovarsi coinvolti nella forte scrittura della storia principale, delle missioni secondarie e dei profili, ma questi elementi non arrivano così lontano in un gioco di azione e avventura. Se desideri una nuova esperienza metroidvania, Ebenezer and the Invisible World è un’opzione, ma dato che il genere è così densamente popolato, il tuo tempo potrebbe essere meglio speso altrove.

La sensazione generale è che in Ebenezer and the Invisible World abbiano prestato più attenzione alla presenza scenica degli elementi a schermo (ricca per carità) e meno alla sostanza di quello che si vive nemico dopo nemico o azione dopo azione. Sostanzialmente dopo alcune ore correte il rischio di annoiarvi a morte, e potrebbe venire meno la voglia di riavviare il gioco.  Un punto a favore e’ la traduzione italiana che vi aiuterà ad immergervi nella storia


FOLLOW US! JOIN GROUP ON FACEBOOK!

FOLLOW US! JOIN GROUP ON FACEBOOK!

🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝

Lascia un commento!

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

PLAYRETRO.IT
INDICE ▲