PLAYRETRO.IT

Never Surrenda To the Future!

Home Review
PHELIOS – (フェリオス)

( 1988 - Namco ) - ( Arcade )

PHELIOS – (フェリオス)

( 1988 - Namco ) - ( Arcade )

di LittlePellizza
A+A-
Reset

 ( Phelios (フェリオス) © 1988 Namco  )

 

 

INFO

Phelios (フェリオス) è un videogioco arcade del genere sparatutto a scorrimento verticale sviluppato nel 1988 da Namco per Namco System 2. Basato sulla mitologia greca, il videogioco è stato convertito per Sega Mega Drive e distribuito tramite Virtual Console sul Wii e Playstation store.

 

 

Header 1 Header 2
   
Titolo Phelios (フェリオス)
Piattaforma Arcade Bar
Data di pubblicazione Japan : 1988
Genere Sparefuggi
Origine Japan
Sviluppo Namco
Pubblicazione Namco
Design Satoru Yamada
Modalità di gioco Giocatore singolo / Due giocatori
Seguito da
Specifiche arcade
CPU

maincpu Motorola MC68000 @12,288 MHz, 

slave Motorola MC68000 @12,288 MHz, 

audiocpu Motorola MC6809E @2,48 MHz, 

c65mcu:mcu Hitachi HD63705Z0 @2,48 MHz

Processore audio
lspeaker Speakerrspeaker Speaker
c140 Namco C140ymsnd YM2151 OPM @3,579545 MHz 2 canali audio
Schermo

Tipo raster, risoluzione 288×224@60,606061 Hz, ruotato di 90°CRT 15kHz

quadro del gioco  (0,0)÷(288,224)

quadro dello schermo  384×264

pixel clock @6,144 MHz

Conversioni Sega Genesis / Megadrive  (1990 )

 


 

SCHEDA PCB

 

 

STAFF
Musica composta da: Yoshinori Kawamoto (Kawagen)

Progetto : Satoru Yamada

 

STORY

Come dio del sole e dea della luna, Apollo e Artemide furono creati per governare il mondo della luce, insieme per sempre. Ma ora lo splendore di Apollo è pietosamente attenuato. Ancora più spaventoso, è straordinariamente arrabbiato solo un dio potente può esserlo! Il suo bellissimo amore, Artemide, è stata portata via in preda alla gelosia il dio-bestia Tifone, sovrano delle tenebre! Apollo giura di salvare la sua dea. Lo giura resistere a orrori, mostri e catastrofi – o perire! Afferra la sua spada di luce e salta avanti Pegaso, il suo destriero alato. Su nel cielo loro legato ma dove? Dov’è Artemide? Poi arriva una voce distinta, misteriosa Apollo. “Amore mio, mi trovo nel Tempio di Tifone, a miserabile prigioniero trasformato in pietra! Solo il mio cuore può piangere per te. Finché non mi salvi, la mia vita è finita! Devi affrontare disgraziati orrendi e terrificanti creature, tutte in attesa di farti a pezzi! E nel Nei templi si nascondono mali di incredibile potenza! Ma tu devi Venire! Felio. la spada di luce, è qui! Ripristinalo poteri con il tuo coraggio, e salvami!

Il giocatore prende il controllo del cavaliere Apollo , il dio del sole, che parte sul leggendario cavallo alato Pegaso , per salvare la sua amante Artemide , la dea della luna, dal Titano Tifone .

 

GAMEPLAY

 

Namco è conosciuta per gli sparatutto verticale , ha pubblicato nel 1983 Xevious . Hanno ampliato la formula con Dragon Spirit (1987) e Dragon Saber (1990), trasformando la consueta ambientazione fantascientifica di Xevious in un high fantasy. uno, sostituendo le astronavi con i draghi. In mezzo a queste versioni c’è Phelios , che esteriormente sembra simile ai due giochi Dragon , ma cambia l’ambientazione in una ispirata alla mitologia greca.

Tu controlli Apollo (o Apollon, nella versione giapponese), cavalcando il potente cavallo alato Pegaso. Il tuo obiettivo è salvare la sua donna la dea Artemide, dal malvagio titano Typhon. Chiunque abbia familiarità con la mitologia greca troverà che questo è un po’ anomalo la cosa, considerando che Apollo era in realtà il fratello di Artemide, non l’amante, ma d’altra parte l’intero storia non segue i canoni . Il gioco mostra ai giocatori un’Artemide che agisce come una principessa (ma nella mitologia greca era la dea della caccia ed era orgogliosa di non stare mai con nessun uomo).Phelios è composto da sette livelli, al termine dei quali è necessario sconfiggere un  boss : I boss nemici includono Medusa, le Graenae (le tre streghe), la Sirena, Anteo, la Sirena (che assomiglia più a un’arpia), Scilla e Cerbero.

Dopo una breve intro cartoon molto carina e la scelta della difficoltà ( inusuale per un gioco da bar ) parti con il gioco! La celta della difficoltà era impostata dal gestore.

Tuttavia, la modalità “facile” presenta solo le prime quattro fasi e come risultato non presenta la sequenza finale completa del gioco.

Apollo è armato con una spada, che può sparare colpi di energia. Può anche subire un numero di danni (tra uno e cinque, a seconda delle impostazioni del cabinato arcade e dei potenziamenti ottenuti), sebbene le grandi dimensioni dello sprite rendano non facile schivare il fuoco nemico rispetto a molti altri sparatutto arcade. Essere ucciso ti riporterà al checkpoint precedente.  I colpi che può subire sono fino a  quattro  (indicati dai cuori delle “carte da gioco” nella parte inferiore dello schermo e determinati da come è impostato l’armadietto), ma morirà all’istante se vola contro un muro o tocca il boss di un boss. head. La differenza principale tra Phelios e gli altri sparatutto verticali di Namco è che, sebbene ci siano nemici a terra, non esiste un pulsante bomba separato, quindi possono essere distrutti con attacchi regolari.

Premendo il pulsante di fuoco la sua spada spara un piccolo colpo, mentre tenendolo premuto si carica la spada, sparando una palla di fuoco più grande al momento del rilascio. Anche i nemici più piccoli subiscono più colpi, quindi il tiro standard è di scarsa utilità.

Le armi aggiuntive includono un raggio a fuoco rapido, il fuoco rimbalzante e gli attacchi a ricerca. Gli ultimi due funzionano insieme all’arma standard, invece di sostituirla, quindi continuano a sparare anche quando stai caricando l’attacco principale, il che è abbastanza utile. Raccogliere le lettere PHELIOS ti garantirà l’arma potenziata extra, che è un attacco caricato estremamente potente, sebbene sia disponibile solo nell’ultimo livello. Sfortunatamente ti viene concesso solo un tempo limitato per utilizzare queste armi speciali prima che scompaiano. Puoi anche ottenere piccole sfere luminose che i fungono da pod, esattamente come Gradius. Tuttavia, il numero di equipaggiamenti determina anche la quantità di danni che le creature boss possono subire, spesso rafforzandole oltre la loro forma se entrassi in battaglia senza equipaggiamento ( un po come in tutti gli sparefuggi ).

La trovata più bellaè l’uso prevalente di effetti di ridimensionamento e rotazione stile mode 7 Snes, grazie all’hardware Namco System 2, che ha anche portato Valkyrie no Densetsu e Assault a fini simili. Proprio all’inizio della prima fase, non appena Apollo lancia il suo assalto, si tuffae da una scogliera fino alla terra sottostante, che si contorce e gira sporadicamente. Alla fine di questo segmento, Apollo si alza in cielo per scalare una scogliera, prima di tuffarsi di nuovo in superficie, evitando il fuoco di una torretta composta da teschi che sparano bulbi oculari, prima di entrare nel santuario per affrontare il primo boss.

Non solo si tratta di un effetto straordinariamente impressionante per l’epoca, ma conferisce a Phelios un aspetto straordinariamente cinematografico. Ogni volta che Apollo si lancia in un’altra direzione, un piccolo testo sullo schermo racconta l’azione e la musica cambia per adattarsi al ritmo. È una colonna sonora emozionante e drammatica di Yoshinori Kawamoto che accompagna brillantemente il gameplay. Ma sfortunatamente questa colonna sonora dinamica è che non è così orecchiabile come Dragon Spirit/Dragon Saber .

Dopo aver sconfitto un boss, Apollo vola sopra una piscina, che mostra l’attuale stato di angoscia di Artemide. Per lo più equivale al fatto che lei viene legata con abiti succinti e strappati mentre implora Apollo di sbrigarsi e salvarla, il tutto mentre Typhon li schernisce sfacciatamente. È una caratteristica presa direttamente in prestito dalla versione rivista di Rolling Thunder di Namco . Artemis chiede anche il tuo aiuto nella schermata del conto alla rovescia continuo: manipolativo, forse, ma probabilmente efficace.

Altra nota interessante e’ che i livelli scorrono in verticale ma si spostano anche a destra e sinistra.

Sebbene ci siano alcuni altri sparatutto che condividono l’ambientazione dell’antica Grecia – Knightmare di Konami e Sylphia di Compile sono i più degni di nota – Phelios è senza dubbio il più bello di tutti e gli effetti speciali lo elevano al di sopra del livello di molti altri dell’epoca.

 

Phelios è stato portato su Genesis, segnando la sua prima uscita in inglese. (La versione arcade è stata rilasciata solo in Giappone.) Stranamente, tutto il testo è in inglese, anche nella versione giapponese.

CONCLUSIONI

Di sparefuggi verticali Namco ne ha prodotti un pò ma questo Phelios se non fosse stata per la versione console Genesis nessuno se lo ricorderebbe. Sia chiaro non è un brutto gioco .L’ambientazione mitologica è sempre godibile e le scenette d’intermezzo pseudo Hot sono carine assieme al tentativo di dargli un taglio cinematografico con l’aggiunta di discalie in game. E’ proprio per le schermate hot/sado che non l’arcade non è mai arrivato in occidente e sui computer nostrani dell’epoca

La versione genesis ha schermate diciamo leggermente piu esplicite

Nel complesso, Phelios è un gioco pieno di idee promettenti, ma fallisce miseramente nel tentativo di legarle tutte insieme e di formare un bel sparefuggi da esse. Il gioco sembra incompiuto e a volte affrettato e lascia molto a desiderare a tratti specie nella grafica. Inoltre, l’ultima battaglia contro il boss è così incredibilmente dura e frustrante che non è più divertente. Quindi non posso davvero raccomandare Phelios. Non è un brutto gioco, ma non è nemmeno molto bello. Immagino che avrebbe potuto essere molto meglio.

BONUS
PROTAGONISTA

Immagine Nome Descrizione
Apollo
(アポロー)
Il protagonista del gioco, monta sulla groppa del suo leggendario cavallo alato Pegasus. E’ in missione per salvare la sua amante  Artemis dalle grinfie di Typhon. E’possibile ricevere fino a quattro colpi prima di morire, a seconda delle impostazioni “Life” nel menu delle opzioni del gioco arcade, e può sparare fino a quattro colpi sullo schermo contemporaneamente, a seconda di quanti potenziamenti “O” verranno raccolti. Se viene schiacciato contro un muro, l’impatto lo ucciderà all’istante. Può ricevere anche una vita
extra a 50.000, 100.000 e 200.000 punti, ma questa impostazione può essere modificata. I quattro caratteri Katakana che compongono il suo nome si possono anche leggere come: Aporō.
L’AMATA

OGGETTI
Immagine Nome Descrizione
Item Flies
(アイテムフライズ)
In italiano “Oggetti Volanti”. Quando uno di questi nemici simili a uccelli viene ucciso,
lascerà un power-up alle spalle, annunciando il suo nome in giapponese dal chip sonoro
C140. Ognuno dei sette diversi tipi di power-up che incontrerete nel gioco ha una lettera
diversa impressa su di esso. Di seguito verranno descritti uno per uno, con le loro
caratteristiche.
Speed Up
(スピードアップ)
Letteralmente Supīdo Appu (Accelerare). Questo power-up aumenterà la velocità di volo
di Apollo e Pegasus per un breve periodo di tempo.
Option
(オプション)
Letteralmente Opushon (Opzione). Questo power-up farà apparire un fascio di luce
adiacente al lato destro della spada di Apollo, e gli permetterà di avere due colpi
contemporaneamente sullo schermo. Fino a tre di questi fasci in contemporanea si
possono affiancare alla spada di Apollo, il che significa che si possono avere fino a un
massimo di quattro colpi simultaneamente sullo schermo. Tuttavia, se Apollo dovesse
morire, perderà tutti i fasci di luce ottenuti fino a quel momento.
Beam
(ビーム)
Letteralmente Bīmu (Raggio). Appare al primo livello. Permette ad Apollo di sparare
enormi fasci di energia dalla sua spada, per un breve periodo di tempo.
Across
(アクロス)
Letteralmente Akurosu (Attraversare). Appare al secondo livello. Consente ad Apollo di
sparare colpi simili a boomerang dalla sua spada, per un breve periodo di tempo.
Homing
(ホーミング)
Letteralmente Hōmingu (A Ricerca). Appare al quarto livello. Permetterà ad Apollo di
sparare colpi a ricerca dalla sua spada per un breve periodo.
Life
(ライフ)
Letteralmente Raifu (Vita). Questo power-up potrà ripristinare uno dei punti vita perduti di
Apollo nella barra in basso a destra dello schermo, o fornirgliene una extra.



P-H-E-L-I-O-S Questi ultimi sono presenti solo al settimo livello. Quando una capsula oggetto (che
sembra una bolla arancione) viene distrutta, lascerà dietro di se uno di questi, o un
power-up bonus (i cui valori vanno da 50 a 5000 punti). Tutti e sette questi oggetti devono
essere raccolti per aggiornare l’arma di carica di Apollo, che è fondamentale per il
combattimento finale con Typhon. Potrà essere ferito e ucciso solo recuperandoli tutti.
Se si perde qualcuno di loro, sarete costretti a schiantarvi contro un muro, in modo da
poter iniziare la sezione da capo. Vale anche la pena notare che tutti gli oggetti volanti e i
potenziamenti, con l’eccezione dei potenziamenti bonus che compaiono al settimo livello,
valgono 100 punti.

 

NEMICI COMUNI
Immagine Nome Descrizione
Babito
(ばびっと)
Questi pipistrelli compaiono nel primo e nel secondo livello. Attaccano volando verso Apollo
dalla parte superiore dello schermo. Valgono 50 punti.
Gauru
(ガウル)
Questi uccelli compaiono nel primo e nel secondo livello. Attaccano a zig zag in direzione di
Apollo dalla parte superiore dello schermo. Valgono 100 punti.
Dokuro-Hei
(ドクロ兵)
Questi soldati scheletrici compaiono nel primo e nel quarto livello. Attaccano a vista
correndo sul lato destro e sinistro dello schermo, gettando le loro asce in direzione di Apollo
(le asce si possono intercettare ricevendo 80 punti extra a testa). Valgono 200 punti e sono
disponibili nella varietà bianca e turchese.
Kuro Kishi
(黒騎士)
Tre di questi cavalieri neri appaiono nel primo livello. Attaccano Apollo sparando colpi dalle
loro spade. Valgono 300 punti. Una volta che hai ucciso l’ultimo di loro, apparirà il testo
“Dirosu no oka ni ha Radōn ga sumitsuite iru wa. Radōn no kyūsho
ha atama yo. Ganbatte, Aporō! (ディロスの丘にはラドーンが住み着いているわ.
ラドーンの急所は頭よ. がんばって、 アポロー!)”
, appariranno nella parte inferiore dello
schermo. Subito dopo Apollo discende diverse migliaia di metri sotto di lui, verso la
seconda sezione del livello e anche la musica cambia di conseguenza.
Radon
(ラドーン)
Nove di questi serpenti rossi compaiono nel primo livello. Attaccano volando verso Apollo
dal lato destro e sinistro dello schermo e sparando delle palle di fuoco (le quali possono
essere bloccate per 30 punti extra cadauna). Le loro teste sono l’unico punto vulnerabile e
valgono in tutto 320 punti. Il power-up “B” recuperato dagli oggetti volanti all’inizio della
seconda sezione elimina i serpenti in modo più rapido.
Papiyon
(パピヨン)
Queste farfalle appaiono nel primo livello. Attaccano volando verso Apollo sul lato destro e
sinistro dello schermo. Valgono 60 punti.
Death Skulls
(デス・スケルズ)
Queste teste scheletriche appaiono nel primo livello. Apollo discende diverse migliaia di
metri verso di loro e le teste iniziano a sparargli contro i loro occhi (). Gli occhi
possono essere distrutti per 60 punti extra ciascuno. Dopo aver sparato abbastaza colpi
verso il loro nucleo centrale, verranno distrutti per 1000 punti. Il testo “Medyūsa no
Shinden (メデューサの神殿)”
 apparirà nella parte inferiore dello schermo, Apollo scende
verso il basso entrando nel tempio di Medusa, che costituisce la base della quarta e ultima
fase del primo livello. La musica a questo punto svanisce.
Yahei
(矢兵)
Questi soldati appaiono nel primo e nel secondo livello. Attaccano a piedi dal lato destro e
sinistro dello schermo. Transitano su dei ponti, sparano una freccia ad Apollo ed escono
sfruttando sempre i lati dello schermo da dove sono entrati. 220 punti verranno assegnati
per ogni soldato buttato giù dal ponte.
Medusa
Shugo-Hei
(メデューサ守護兵)
Otto di questi soldati custodi si trovano intorno alla Medusa addormentata al termine del
primo livello. Non si muovono e valgono 100 punti.
Taiho
(大砲)

Questa specie di cannoni-gargoyle che spuntano dai muri appaiono nel secondo livello.

Attaccano sparando cristalli verdi verso Apollo. Valgono 60 punti.

Ringrazio “Il  Dizionario dei videogiochi” per la scheda Protagonista-Oggetti-Nemici-Comuni

FINALE

LIVELLI & BOSS FINALI

  Capitolo uno: DELOS DEVIL

Iniziamo il gioco incontrando i primi nemici generici. Il serpente sparatutto fa la sua comparsa, questa volta travestito da una sorta di drago.

Questo è in realtà il livello più bello di tutto il gioco. Il paesaggio sembra molto bello e con tutto lo scorrimento della parallasse e le nuvole si ha davvero l’impressione di volare in alto rispetto al suolo.

Medusa è il primo boss. Non c’è molto da dire qui. La sua testa fluttua e spara laser che si riflettono ad angoli strani. Molto facile, in realtà.

Artemis appare in un enorme specchio magico e ti invia messaggi. Dato che di solito non sono molto utili, sentiti libero di ridere delle voci fuori campo fatte mal

 

SCHERMATA GIOCO

BOSS : MEDUSA

SCHERMATA INTERMEZZO

Capitolo due: DEATH DUNGEON

A metà del livello due, incontriamo questa variazione sull’anello del destino di tipo R. 

Questa scena è molto complicata se sei effettivamente al centro del ring (come dovresti essere, immagino), ma se rimani nell’angolo in basso a sinistra, è ridicolmente facile. Dopo aver smontato l’anello, la finestra di vetro colorato si frantuma e scendi nella prigione.

Il dungeon è interessante perché a volte lo schermo scorre in direzioni divertenti. Purtroppo, i muri e i nemici qui sembrano dipinti da un bambino di quattro anni.

Le tre Graiae sono i boss del secondo livello. Spara prima alle loro mani, poi evita le teste fluttuanti mentre cerchi di mettere a segno qualche colpo.

Il punto vulnerabile è la sfera luminosa. A me sembra un uovo alieno, ma il manuale mi assicura che è un cristallo.

Dopo il livello due, invece del messaggio di Artemis riceverai questa immagine di Typhon.

SCHERMATA GIOCO

BOSS: GRAIAE

SCHERMATA INTERMEZZO

Capitolo tre: BLU PARBOLEOS

Questa livello è davvero bello. Devi attraversare questo passaggio ad alta velocità, mentre i cavalieri dei grifoni arrivano da dietro. Seguono il tuo percorso, quindi puoi farli schiantare contro i muri.

Di tanto in tanto, il gioco mostra delle discalie . Suppongo che debbano essere utili, ma in realtà la maggior parte di essi sono assolutamente senza senso.

“La Sirena è una strega terribile.” Buono a sapersi.

SCHERMATA GIOCO

BOSS ARPIA

SCHERMATA INTERMEZZO

Capitolo quattro: FEVILDOM FIRE

Ogni sparefuggi deve avere un livello serpente, un livello fuoco e un livello ghiaccio/cristallo. Abbiamo incontrato il serpente nel primo livello, quindi ecco la fase del fuoco.Questo livello è molto generico.

Questo mostro di fuoco è facile da battere. Evita semplicemente le sue braccia fluttuanti e sfreccia dentro e fuori per colpirlo.

Il punto vulnerabile è la testa, come ci dice un’altra di quelle utilissime didascalie.

SCHERMATA GIOCO

BOSS: ANTAEUS

SCHERMATA INTERMEZZO

Capitolo cinque: ICEBOUND SOUL

Il livello del ghiaccio è un altro tipo generico di livello sparatutto.

Questo è davvero bello, però. Funziona come una macchina per pachinko di grandi dimensioni, mentre quelle grandi palline chiodate rotolano attraverso i corridoi.

Questo boss dovrebbe essere Scilla. Ma Scilla non era un mostro marino? 

Capitolo sei: WATCHDOG IN THE HELL

Questo livello è un vero incubo. Vedi quell’omino verde lì? Questi ragazzi sono ovunque e lanciano quelle enormi cose marroni di cui voglio credere che siano sassi. I lanciasassi non sono facili da eliminare e se non lo fai abbastanza velocemente, lo schermo diventerà molto affollato e non rimarrà più spazio per schivare. In realtà devi memorizzare dove appariranno quei ragazzi e poi sparargli appena prima che appaiano sullo schermo.

Infine, l’unico boss decente del gioco.In realtà dovrebbe essere Cerbero, il cane da guardia dell’inferno a tre teste. Non mi assomiglia molto a un cane, ma almeno ha tre teste. Scommetto che ormai Artemis è completamente nuda :). Forse è per questo che possiamo vedere solo questo primo piano.

Capitolo sette : TYPHON’S TEMPLE 

Dopo il difficile livello sei, questo è davvero facile. Non sono mai riuscito a morire qui. Devi raccogliere le lettere P, H, E, L, I, O e S per potenziare il colpo di carica della tua spada da una palla di fuoco di dimensioni moderate a un impressionante raggio di distruzione di massa.

Questa è la prima parte dello scontro finale con il boss. La didascalia mi informa che la figura incappucciata è Typhon. La parola “Phelios” a destra significa che sono riuscito a raccogliere tutte le lettere necessarie per il potenziamento della spada.

Una super carica potenziato qui è sufficiente per distruggere Typhon. Riappare sette volte, ma è sempre altrettanto facile. Ucciderlo aumenta il tuo punteggio, quindi puoi raccogliere una notevole quantità di vite extra.

Dopo aver ucciso Typhon diverse volte, il suo spirito si risveglia. La lotta diventa davvero dura e molto frustrante qui. Lo spirito  avanzerà lentamente finché non sarà praticamente sopra di te. Diventa molto difficile non incontrarlo, anche se ti è permesso toccargli le ali e le zampe.

A peggiorare le cose, può essere ferito solo da super raggi completamente carichi. Sorprendentemente, il punto vulnerabile è l’inguine, quindi continua a sparare lì. (Ahia!)

SCHERMATA GIOCO

MEGA BOS : TYPHON V1

MEGA BOS : TYPHON V2

 

maggiori info su come affrontare i livelli : https://strategywiki.org/wiki/Phelios

VERSIONE GENESIS

Crediti di produzione

  • Programmatore: Hiroki.A
  • Pianificatore di gioco: Saturo.Y
  • Progettista grafico: Nobuhiko.A, Hiroshi.K
  • Progettista del suono: Yoshinori.K
  • Traduttore: Ritaro.O
  • Programmatore (Arcade): Masayoshi.T
  • Ringraziamenti speciali: Atsushi.W, Takatoshi.K

La maggior parte della grafica è stata completamente ridisegnata e sembra un po’ più scura, anche se comunque decente. Non c’era assolutamente alcuna speranza di replicare gli effetti di ridimensionamento e rotazione sull’hardware, quindi i livelli sono stati rimodulati per rivedere queste sezioni.
Nonostante abbia perso uno dei suoi espedienti principali, il gioco in sé non ne soffre molto, oltre a perdere il fattore geniale. In effetti, in un caso la mancanza di grafica in scala gioca effettivamente a suo favore. Nel gioco arcade, la maggior parte degli sprite dei boss vengono ingranditi da una risoluzione inferiore, facendoli sembrare brutti e pixellati. Sono stati completamente rifatti alla risoluzione corretta nel porting di Genesis, quindi hanno un aspetto molto migliore.
Altri cambiamenti sono minori.  La barra di stato e di carica dell’arma è stata spostata sul lato destro dello schermo, dando al campo di gioco un punto di vista più ristretto, anche se le proporzioni dello schermo non sono le stesse del gioco arcade. C’è della musica diversa, quindi la colonna sonora è un po’ meno ripetitiva, anche se non ha un suono altrettanto gradevole. Inoltre, il menu delle opzioni include piccole schermate di testo che spiegano la storia di ogni fase. Oltre alle due modalità di difficoltà offerte dal gioco arcade (la più semplice ti consente di giocare solo quattro livelli su sette), c’è anche un terzo livello di difficoltà sbloccabile. Ti vengono concessi tre continui, ma i cheat code possono aumentarli a nove.

Per ragioni sconosciute, il porting su Mega Drive mostra solo testo inglese in tutte le versioni. Tuttavia, la versione giapponese ha la voce giapponese mentre le altre hanno la voce inglese.
Sebbene mancassero nella maggior parte delle compilation di giochi retrò Namco, sia la versione Genesis che quella arcade furono rilasciate sulla console virtuale Wii in Giappone. Ora disponibili su Nintendo e-shop e psn store


.
CURIOSITA
  • La versione arcade di questo gioco non è mai stata rilasciata negli Stati Uniti, a causa delle scene di “bondage/tortura” di Artemis, che venivano mostrate tra ogni livello, ed erano simili a quelle della nuova versione di  Rolling Thunder di Namco ; anche se non viene mostrata alcuna nudità, le scene erano ancora un po’ “forti” per essere mostrate in un gioco arcade all’inizio dell’era dei 16 bit. [ 
  • La rivista giapponese Game Machine elencò Phelios nel numero del 1 marzo 1989 come il terzo gioco arcade più popolare dell’epoca.
  • La visualizzazione del punteggio di questo gioco dà anche l’illusione di consentire valori che non terminano con “0”, come hanno fatto prima Hopping Mappy , Bakutotsu Kijūtei e Metal Hawk , tuttavia, il valore in punti più piccolo che il gioco può assegnare a un giocatore per aver ucciso un nemico è 10.
  • Anche se la schermata del titolo riporta 1988 (anno di sviluppo), Phelios è stato rilasciato in Giappone nel Febbraio 1989.
  • Victor Entertainment released a limited-edition soundtrack album for this game (Namco Video Game Graffiti Vol.6 – VDR-5301) on 04/10/1989.
LOCANDINA PUBBLICITARIA

FOLLOW US! JOIN GROUP ON FACEBOOK!

FOLLOW US! JOIN GROUP ON FACEBOOK!

🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝

Lascia un commento!

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

PLAYRETRO.IT
INDICE ▲