Home Review SOL CRESTA

SOL CRESTA

Recensione - ( 2022 : NINTENDO SWITCH - PS4/Ps5 - PC )

Recensione

di LittlePellizza

Platinum Games ci riporta un grande classico!


Data di rilascio 22 feb 2022
Sviluppatore
Editore PlatinumGames Inc.
Genere  Sparefuggi verticale
Lingua Inglese-Giapponese ( no italiano )
Piattaforme NINTENDO SWITCH – PS4/PS5 – PC STEAM 
Sito Ufficiale https://www.platinumgames.com/games/sol-cresta

Platinum Games , autrice di grandissimi giochi come Nier, Bayonetta, Astral Chain e tanti altri ci riporta un grande classico come omaggio del passato!

Sol Cresta rappresenta un vero e proprio seguito di Moon Cresta e Terra Cresta, due classici di Nihon Bussan risalenti agli anni ’80 ai quali Kamiya  ( direttore produzione della Platinum Games ) è indissolubilmente legato, avendo ricoperto un ruolo fondamentale nella sua scelta di diventare Game Designer. Sol Cresta riprende le strategie di aggancio e formazione dei suoi antenati, migliorandoli con il sistema di aggancio libero: l’ammiraglia Yamato, che comprende le navi Amaterasu, Tsukuyomi e Susano, può infatti utilizzare attacchi diversi in base alla propria formazione, come agganciare, separare e riorganizzare le navi all’occorrenza.

Sol Cresta è disponibile da oggi 22 febbraio su PlayStation 4/5, Nintendo Switch e PC via Steam al prezzo di 39,99 euro. Annunciato il 1° aprile del 2021 e ispirato dal successo di un pesce d’aprile dell’anno precedente ( in cui veniva annunciato il gioco ma non era ovviamente vero ) , lo shoot ‘em up era inizialmente previsto per lo scorso mese di dicembre, prima di ricevere un rinvio a data da destinarsi corredato dalle accorate scuse di Kamiya. Per fortuna, l’attesa aggiuntiva non si è rivelata eccessiva.!

Disponibile sul sito limited Run una versione fisica sia solo gioco che da collezione :  Sol Cresta – Limited Run

CARATTERISTICHE

La serie NEO-CLASSIC ARCADE di PlatinumGames porta avanti lo spirito e il divertimento dei giochi classici usando la tecnologia moderna. Il primo progetto di questa impresa è SOL CRESTA. Il gioco riprende le strategie di attracco e formazione degli sparatutto Moon Cresta e Terra Cresta e le porta ad un livello superiore con il sistema di “attracco a formazione libera”. L’ammiraglia Yamato, composta dai caccia Amaterasu, Tsukuyomi e Susano, può utilizzare vari attacchi a seconda dello schieramento delle tre astronavi. La chiave per sconfiggere gli eserciti invasori di Mega Zofer è attraccare, separare e cambiare la formazione delle navi in base alle necessità.

– Attracco a formazione libera
La Yamato, che si oppone al malvagio Mega Zofer, è composta da 3 caccia. All’inizio potrai usarne solo uno, ma se prendi gli oggetti giusti, appariranno dei caccia amici per potenziarti! Attraccali e separali per modificare le proprietà degli attacchi e usa formazioni diverse per accedere a un arsenale fantastico.

– Divertimento in stile classici degli anni ’80
La musica di SOL CRESTA è composta dal leggendario compositore di chiptune Yuzo Koshiro, mentre gli effetti sonori e la grafica del gioco sono un omaggio alla serie di giochi Cresta e ritrasmettono quella febbre dell’arcade, portandola ben oltre la mera nostalgia. C’è anche una modalità Caravan per il miglior punteggio in un tempo limitato e le classifiche online.


STORIA

L’umanità ha subito una schiacciante sconfitta per mano dell’esercito di Mandler durante la sua ultima invasione del sistema solare. Dopo aver perso la Luna ed essere stati cacciata dalla Terra, l’umanità è stata costretta a ritirarsi fin su Laomedeia, la 12ª luna di Nettuno. Come ultima speranza, ha formato la squadra SOL CRESTA per la ripresa del sistema solare e ha riposto le speranze per il suo destino nella Yamato, una nave d’attracco all’avanguardia.


GAMEPLAY

DOCKING A FORMA LIBERA

La Yamato completamente armata è composta da tre navi. All’inizio ti lancerai all’attacco con una sola nave, ma se raccogli l’oggetto giusto potrai evocare i tuoi gregari e agganciarli a te per potenziarti! Attracca e dividi per cambiare le tue proprietà di attacco e usa diverse formazioni per accedere a un incredibile arsenale

 

Dividi le tre navi per creare formazioni speciali e ottenere l’accesso a colpi di formazione estremamente potenti per un tempo limitato!


Dock Unit 01 Amaterasu 

Questa nave rappresenta il sole e ha i laser come arma principale.

Aggancialo in testa per usare il Tri Laser! Sebbene non sia molto potente, spara laser in 3 direzioni.

Aggancialo al centro per utilizzare il Wide Laser! Puoi sparare un laser gigante che sradica i nemici!


Dock Unit 02: Tsukuyomi

Questa nave rappresenta la luna e ha i missili come arma principale

Aggancialo in testa per usare l’electric missile ! Questo missile punta sui nemici e fornisce una scossa all’impatto

Aggancialo al centro per usare il missile Full Burst! Questo spara una raffica di missili con homing potenziato, lasciando il nemico senza un posto dove nascndersi!



Dock Unit 03: Susano

Questa nave rappresenta la Terra e ha le trivelle come arma principale

Aggancialo in testa per usare il Drill Shot! Questo spara un trapano multi-colpo che trafigge i nemici e può spaccare i meteoriti

Aggancialo al centro per usare la trivella Gigaton!! Questo attiva una trivella gigante che polverizza i nemici in avvicinamento! Premi il pulsante per farlo girare più velocemente!


Aggancio e sdoppiamento

Le tre navi che compongono la Yamato attraccano in testa, al centro e in retroguardia e possono dividersi e riattraccare in qualsiasi momento! Dividendo, riordinando e riagganciando, puoi cambiare le armi della Yamato e scegliere il colpo migliore per il lavoro!

PRINCIPALI FORMAZIONI
Quando le 3 navi sono divise, possono entrare in formazioni speciali e ottenere l’accesso a colpi estremamente potenti per un tempo limitato. Tuttavia, i colpi di formazione richiedono energia per attivarsi.Tutte le formazioni potenziate sono transitorie, dipendono dalla costruzione di un indicatore SP raccogliendo monete, medaglie e distruggendo i nemici. Quando la tua barra ha abbastanza scorte, puoi attivare una formazione a tua scelta per un incantesimo limitato, prima di tornare al tuo stato normale. Abilmente, quando si staccano le navi, il gioco rallenta, dandoti il ​​tempo di trascinare la tua imbarcazione nella forma desiderata; ma se tutte e tre le navi vengono distrutte, si perde una vita.

FORMAZIONE DELTA

Questa formazione spara un’enorme raffica di colpi su un ampio raggio per spazzare via i nemici!I colpi singoli non sono molto potenti, quindi non sprecarli con nemici forti!


FORMAZIONE LUNARE

Questa formazione spara grandi colpi a forma di mezzaluna a sinistra e a destra! Con questo colpo puoi infliggere ingenti danni al fianco del nemico


FORMAZIONE POSTCOMBUSTORI

Questa formazione spara tre laser mortali sul retro! Sono difficili da mirare, ma la loro potenza è impareggiabile!


GRAFICA & SONORO

Sol cresta incredibilmente ( considerato il publisher ) ha un lato dove eccelle e un lato dove fallisce

La musica di Sol Cresta è fornita dal leggendario compositore di chiptune Yuzo Koshiro, e il gioco rende omaggio al suono e alla grafica della precedente serie Cresta, riportando quella febbre arcade mentre la porta oltre la semplice nostalgia-Dove Sol Cresta eccelle, probabilmente più che in qualsiasi altra area, è nel suo audio. La colonna sonora ha un’atmosfera arcade vecchia scuola molto ben definita; una meravigliosa miscela di accordi e spartiti bonus che catturano perfettamente le loro ispirazioni. È così realizzato a livello uditivo che il compositore Yuzo Koshiro ha indubbiamente capito il brief del gioco molto meglio del reparto visivo.

Dall’altro lato fallisce sul lato grafica

La prima cosa che colpisce di Sol Cresta è che ha un aspetto incredibilmente confuso : una specie di pasticcio multimediale schiacciato insieme di rendering freeware di fine anni ’90. Interamente disordinato, i suoi sfondi e la periferia dell’HUD sono un capolavoro di incoerenza. Un gioco in cui bersagli terrestri e aerei devono essere eliminati contemporaneamente, può essere fonte di confusione se non facilmente individuabili ed a volte è quasi impossibile a prima vista distinguere gli ostacoli in cui puoi schiantarti da quelli su cui puoi sorvolare. Anche il frame rate sembra un po’  sottotono;  e anche se non ha un grande impatto sul modo in cui gioca, è alquanto bizzarro che Platinum non sia riuscito a miglioralo’.

Qualcuno sembrava pensare che il gioco avrebbe beneficiato di un filtro scanline per rendere la grafica più retrò, ma in un passo falso epico il filtro rende effettivamente il gioco borderline e meno giocabile a nessuna delle sue intensità di difficoltà offerte. Immagina un monitor CRT rotto con un tubo guasto e vaselina imbrattata su tutto il vetro, con conseguente sfocatura dei dettagli al punto da diventare un handicap.

Per carità nel complesso è guardabile, le atronavi sono disagnte bene ma la grafica renderizzata che sembra in bassa risoluzione o che ha l’effetto di video pieno d’errori di riproduzioni penalizza l’aspetto visivo


COMMENTO

Annunciato per la prima volta il 1 aprile 2020, la rivelazione di Ecco, eccoci qui quasi due anni dopo, a giocare a Sol Cresta , e per di più  è dannatamente divertente.

Se stai contando gli spin-off, Sol Cresta è l’ottavo gioco della serie Cresta, iniziata nelle sale giochi nel 1980 con Moon Cresta e apparentemente terminata nel 1997 con il titolo In effetti, la trama è  superflua per la maggior parte dei giocatori tanto che non c’è bisogno di prestarci attenzione, anche se c’è una modalità storia DLC extra da  10e  (che verra rilasciato in futuro) per quelli che vogliono esplorare la tradizione.

Sviluppato in collaborazione con Hamster Games, specializzata nella ripubblicazione di vecchi giochi arcade e Neo-Geo su sistemi moderni, Sol Cresta è molto ispirato all’era degli anni ’90 degli sparatutto a scorrimento verticale. Il gioco è composto da sette livelli disseminate di nemici e, come è nella natura del genere, offre ai giocatori un compito ovvio: distruggere tutto ciò che si muove e la maggior parte delle cose che non lo fanno.

La meccanica centrale per cui la serie Cresta è sempre stata nota è la capacità di attaccare oggetti alla tua nave. In passato, questo di solito comportava l’imbullonamento su altre parti della nave di armi per aumentare la potenza di fuoco. Sol Cresta fa un ulteriore passo avanti mettendo essenzialmente il giocatore al controllo di tre diverse navi alleate. Il gioco inizia con una nave e in breve tempo i giocatori possono raccogliere potenziamenti che evocano gli altri due alleati.

La svolta qui, tuttavia, è che ogni nave ha la sua arma diversa e i giocatori possono scegliere quale arma usare cambiando quale nave si trova nella parte anteriore.

Toccando il pulsante B il tempo rallenta, dando al giocatore il tempo di muovere le proprie navi tracciando una linea guidata dalla nave anteriore. Dopo aver spostato le navi intorno, premendo di nuovo il pulsante B si ricongiunge al trio, con la nave più vicina alla parte superiore dello schermo ora in prima fila.

L’arma unica di ogni nave è utile in diversi scenari. La nave rossa spara laser tradizionali in stile sparatutto, che infliggono danni decenti alla maggior parte dei nemici e possono anche distruggere rapidamente gli scudi rossi dietro i quali alcuni di loro si nascondono.

Nel frattempo, la nave gialla spara piccole trivelle gialle, che possono facilmente rompere le rocce che possono essere pericolose nelle fasi successive, mentre la nave blu spara missili a ricerca che non sono particolarmente potenti ma sono ottimi per continuare un attacco concentrandosi sull’evitare ondate complicate di proiettili.

Piuttosto che scegliere una nave preferita e attenersi ad essa, i giocatori sono incoraggiati a scambiare le navi regolarmente. Ciò viene incentivato dal fatto che vari nemici sono piu’ deboli contro le armi di alcune navi: a volte sono codificate a colori in stile Ikaruga, ma non sempre.

Il cambio regolare aiuta anche con il potenziamento e gli anelli bonus che appaiono regolarmente e sono rossi, blu o gialli. Il giocatore deve essere dello stesso colore per poter distruggere le case contententi il pwer up o volare attraverso l’anello e ottenere i potenziamenti o i punti che detengono.

L’espediente multi-nave viene utilizzato per attacchi speciali di formazione, che possono essere raccolti come potenziamenti e sono archiviati nell’angolo inferiore dello schermo per un facile riferimento. Questi implicano tenere premuto il pulsante B e disegnare una forma specifica – simile al modo in cui vengono creati gli attacchi speciali in The Wonderful 101 – quindi lasciar andare per bloccare le tre navi in ​​una formazione speciale.

Disegnare un triangolo, ad esempio, fa posizionarele navi in ​​una formazione triangolare e spara un grande attacco a sparo per un tempo limitato: questo non è enormemente potente ma è ottimo per i boss con più punti deboli. All’altra estremità della scala, disporre le navi a forma di L consente loro di sparare un raggio estremamente potente in direzione diagonale, che funziona meglio per i boss con un singolo punto debole.

Queste tecniche speciali possono richiedere un po’ di pratica per essere realizzate, soprattutto sotto pressione, ma ciò non fa che aumentare il fattore rischio/rendimento. Se vengono eseguiti correttamente possono ribaltare le sorti di una sezione difficile, ma se il giocatore sbaglia a disegnare la forma perché è distratto dai colpi in arrivo, si lascia aperto agli attacchi.

Non è tutto ora quello che luccica  : la presentazione generale del gioco è buona. La sua grafica in stile retrò si adatta piacevolmente all’era che stanno cercando di rappresentare, e i fan dei giochi originali apprezzeranno le rappresentazioni più dettagliate di alcuni nemici.Ma i fondali sono orrendi, paciugati tanto che la prima volta ho pensato a dei glicht o l’uso di digitalizzazione scadente

La colonna sonora invece è un punto culminante, il che non sorprende dato che è stata creata dal leggendario Per quanto riguarda la sfida che rappresenta, la maggior parte dei giocatori dovrebbe essere in grado di trovare qualcosa che si adatta ai propri gusti, con la difficoltà predefinita in linea con la maggior parte degli sparatutto dell’epoca( quindi difficile) . Un giocatore ragionevolmente abile dovrebbe essere in grado di superare le prime fasi senza troppi problemi, ma potrebbe sudare nella fase finale del gioco fino a quando non si esercita abbastanza per imparare la posizione e le debolezze di ogni nemico.

I giocatori possono iniziare una nuova partita da qualsiasi livello che hanno già raggiunto e possono regolare il livello di difficoltà come meglio credono, quindi se al livello 4 si sta rivelando particolarmente difficile è possibile terminare la partita, quindi riavviare il livello 4 selezionando una difficoltà più facile per progredire .

I puristi possono opinare questa scelta, ma dato che lo scopo degli sparatutto è generalmente quello di aumentare i punteggi, e dato che chiunque abbassi la difficoltà affronterà meno nemici, gli esperti non dovranno preoccuparsi che i nuovi arrivati ​​battano i loro punteggi prendendo il percorso facile. Nessun danno nessun inganno.

C’è anche un sistema di obiettivi che premia i giocatori con nuove funzionalità per aver raggiunto determinati risultati. All’inizio sono facilmente raggiungibili (completando ogni livello a difficoltà Molto facile, portando a termine tutti gli attacchi di formazione in un unico livello) poi man a mano diventano più difficili: sfidare i giocatori a battere tutti i boss senza subire un colpo, per esempio.

Il completamento di questi obiettivi sblocca varie nuove modalità, la prima è il sound test Questo non sarebbe particolarmente eccitante se non fosse per il fatto che la colonna sonora di Koshiro è un banger retrò.

Senza spoilerare nulla nei dettagli, centrare ulteriori risultati sblocca modalità che attireranno di più gli esperti e queste modalità sono dotate di classifiche online. Una volta che è possibile caricare i punteggi e vedere dove si inseriscono in una tabella dei punteggi più alti, è qui che Sol Cresta potenzialmente entra davvero in gioco per gli appassionati di sparatutto.

Parlando di appassionati, c’è anche la possibilità di cambiare il display di 90° per fornire ai giocatori una modalità “TATE”, che lo fa sembrare più un classico sparatutto arcade. Il gioco è molto più adatto a queste proporzioni, e mentre solo pochi giocatori avranno la fortuna di avere monitor verticali, i possessori di Una delusione, tuttavia, è che non è possibile ruotare anche i controlli di movimento di 90°, come fanno altri giochi, il che significa che l’unico modo per giocare in verticale sullo Switch è tenere un controller separatamente. Ciò rende impossibile per i possessori di Switch Lite giocare in verticale, e anche per quelli con Joy-Cons rimovibili sarebbe probabilmente più comodo giocare con il Joy-Con sinistro attaccato alla “parte inferiore” dello schermo.

Non è tutto ora quel che luccica : devo notare che le prestazioni sono leggermente goffe, almeno nella versione Switch . Lo scorrimento a volte può scattare, specialmente quando si gioca in modalità agganciata, e ci sono occasioni in cui il gioco si blocca per un secondo quando compaiono i boss.

Sono fastidiose ma non sono certamente sufficienti a rovinare l’esperienza di gioco, perché quando rimani bloccato nell’azione quasi sicuramente non avrai il tempo di accorgertene. Tuttavia, può essere un po’ distratto durante le sezioni più tranquille e queste imperfezioni possono rovinare un po’ l’immersione.

Un altro potenziale punto critico per alcuni giocatori sarà il prezzo. Le moderne tendenze dei videogiochi hanno stabilito che 40 euro  potrebbero essere considerati troppi per uno sparatutto retrò per alcuni giocatori (soprattutto con il DLC della storia da  10euro opzionale in aggiunta ).

Per chiunque si stia ancora dilettando con il genere, ci sono una sfilza di autentici sparatutto retrò – molti dei quali sono stati pubblicati su Switch dalla stessa Hamster – che fungono da punti di ingresso perfetti a una frazione del costo. Per coloro che già adorano il genere, tuttavia – il tipo di persone che li chiama ‘schmups’ – Sol Cresta è uno sparatutto fantastico che non ti lascerà deluso.

Una volta che hai preso in mano la meccanica di base, tuto è godibile . Il principale espediente del gioco consiste nel raccogliere icone con formazioni di motivi che ti consentono di bloccare la tua imbarcazione in potenti disposizioni a tre punte. Raccogli l’icona del triangolo verso il basso, ad esempio, e puoi trascinare l’imbarcazione nello stesso schema per sputare un’ampia ondata di fuoco mortale. Se riesci a ottenere tutte le icone di formazione in un livello, puoi trasformarti in una fenice fiammeggiante (un altro cenno di Terra Cresta) per un periodo completamente invincibile e altamente devastante. Sfortunatamente, la Fenice cade a causa di un imbarazzante errore di programmazione per cui se la voli su un boss finisce nascosta sotto lo strato di sprite, uccidendo quasi sempre il giocatore quando la trasformazione ritorna.

Se sei un fan di questa serie ormai molto vecchia, potresti trovare attraente di Sol Cresta. La versione da giocare in teoria è quella Switch ma è anche quella con più problemi 😐

IN CONCLUSIONE

SOL CRESTA è quel gioco che poteva diventare un Must have ma che inciampa incredibilmente in 3 cose che lo trasformano solo in un buon gioco

La prima è l’aspetto grafico, come descritto sopra è davvero incredibile il pasticcio fatto o comunque non condivisibile la scelta di questo stile grafico cosi confuso.Era di gran lunga meglio un buon 2d bitmap che un 2.5d del genere.ma questa è un opnione personale

Il secondo fail è nel meccanismo di formazione e gestione astronavi.Anche se alla lunga si prende la mano e si riesce a destreggiare è troppo poco adatto alla tipologia di gioco frenetico quale è uno sparefuggi

In ultimo il prezzo : 40euro sono una cifra davvero elevata ma davvero tanta considerato che dentro non ci son neanche i giochi originali.Probabilmente a 29euro era diverso

Per carità come detto il sonoro e’ strabiliante, la giocabilità ottima ma da Platinum games ed hamster non ci si aspettava questi passi falsi.

In fondo conta solo la giocabilità e quella c’e’ , ma nel 2022 non è possibile cadere in questi banali errori


MOON CRESTA E TERRA CRESTA

Moon Cresta e Terra Cresta furono rilasciati negli anni ’80 da una società di giochi chiamata Nihon Bussan, meglio conosciuta come Nichibutsu. Entrambi i giochi erano sparatutto a scorrimento verticale che includevano una meccanica di gioco in cui si attraccava con navi amiche.
In un’epoca in cui i giochi sparatutto in cui combattevi da solo erano la norma, il gameplay aggressivo che rendeva la tua nave più potente mentre attraccavi con gli alleati faceva ardere di eccitazione i bambini dei giocatori, ed entrambi i giochi hanno preso un posto nella storia dei giochi. Certo, ero uno di quei ragazzini gamer e ho sperimentato la febbre in tempo reale


Playretro.it è su Facebook! 👾👀

Seguimi se ti va su Facebook! ⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️

🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝

Lascia un commento!

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

PLAYRETRO.IT