Home Amiga/C64 Another World : Storia di un capolavoro

Another World : Storia di un capolavoro

di LittlePellizza

Quando pensavi che l’amiga non potesse più stupire ecco che esce “Another Worl” arcade adventure con grafica poligonale che ricorda
Prince of persia ma in salsa fantascientifica e nella sua componente parzialmente cinematografica a un archetipo come Dragon’s Lair (1983).
Pubblicato come Out of This World negli Stati Uniti d’America e come Outer World (アウターワールド?) in Giappone, è un videogioco di fantascienza sviluppato da Éric Chahi nel 1991 per la Delphine Software International e pubblicato dalla Interplay Entertainment e dalla U.S. Gold, inizialmente per Amiga e poi per molte altre piattaforme. La grafica e la copertina sono state disegnate dallo stesso Chahi, mentre le musiche sono di Jean-François Freitas.
Comprende anche un sequel solo per Megadrive Cd “Heart of the Alien”.Another world è unamimente considerato uno dei migliori giochi nel suo genere e’ stato convertito per ogni piattaforma immaginabile

TRAMA

Il protagonista del gioco è Lester Knight Chaykin, un giovane genio della fisica.

Il gioco comincia nella sua intro con l’arrivo di Lester, a bordo della sua Ferrari 288 GTO, al suo laboratorio high-tech, durante un forte temporale.
Lo scienziato scende nel suo laboratorio sotterraneo, per lavorare ad una sequenza del suo esperimento con un acceleratore di particelle,
lo scopo dell’esperimento è ricostruire la creazione del nostro universo.
Avviata la sequenza sulla sua console e lanciato l’acceleratore particellare, immediatamente prima che il flusso di particelle raggiunga la destinazione
prevista nel macchinario, un fulmine colpisce il laboratorio interferendo con l’acceleratore e provocando una imprevista carica energetica delle particelle.
L’esplosione scaturita dall’incidente apre una sorta di buco nero in cui viene risucchiato il Professore Chaykin, istantaneamente teletrasportato in un altro mondo alieno.
Dopo essere sopravvissuto alla fauna locale molto pericolosa, Lester viene catturato da una razza di alieni umanoidi e condotto in un campo di prigionia sotterranea.
Qui, aiutato da un prigioniero autoctono soprannominato “Buddy”, fugge stringendo un vero e proprio rapporto di amicizia e collaborazione volta a sopravvivere alla spietata caccia dei loro carcerieri, il tutto mentre risolvono numerosi enigmi per sopravvivere.
La loro avventura li vede destreggiarsi tra livelli attraverso il complesso carcerario, un sistema di grotte, ed una struttura a torre.
Nel culmine del gioco, Lester sarà gravemente ferito da uno degli alieni ma, con l’aiuto del suo amico “Buddy”, riuscirà ad uccidere il suo nemico.
Dopo aver raggiunto la cima della torre, Lester crolla ferito ma viene prontamente raggiunto dal fedele “buddy”, che lo aiuta raccogliendolo dal suolo.
Il videogioco si chiude con la fuga dei due su una creatura alata, verso l’orizzonte di quello che sarà il nuovo mondo di Lester Knight Chaykin.

Che ne penso

Il gioco arcade adventure di tipo prince of persaia. Tramite il sistema di controllo il giocatore dovrà effettuare, oltre le azioni base specifiche (camminare, correre, saltare, calciare), tutta una serie di azioni chiave per risolvere determinati enigmi. Per esempio aprire una porta, far dondolare una gabbia, creare barriere di difesa con la propria pistola, far cadere massi,ed altre azioni necessarie per la soluzione degli enigmi dinamici nel gameplay.

All’inizio del gioco il protagonista risulterà disarmato, e sarà necessario risolvere enigmi in brevissimo tempo usando le azioni base per restare in vita.
Successivamente il protagonista si impadronirà di una pistola laser con tre modalità di sparo presenti: Sparo normale Campo di forze difensivo, e colpo caricato alla r-type per sfondare i campi di forza dei nemici e risolvere alcuni enigmi. La mancanza di tempismo, l’errata valutazione, o lo stesso ritardo nel reagire alla situazione di pericolo proposta, causerà irrimediabilmente la morte del protagonista poiché non esiste (sia per il protagonista che per Buddy) la possibilità di subire danni, ne è prevista alcuna “barra di energia”.
Ogni errore causerà la morte, e quindi la ripresa dai numerosi checkpoint presenti in pratica, ad ogni enigma che possa causare la morte del protagonista.
Durante il gioco sarà possibile guidare solo ed esclusivamente il Professor Lester.

Su Amiga 500 e vecchie console senza la possibilità di salvare un gioco, il giocatore può usufruire di un codice alfanumerico per ripristinare il checkpoint desiderato.

Il gioco è stato creato su un Amiga 500 con 1MB di RAM e un disco rigido da 20MB; è stato inoltre utilizzata una telecamera per rendere meglio alcune animazioni e un dispositivo di cattura video, in grado di digitalizzare delle immagini da input analogico. Il motore grafico è in grado di muovere personaggi costituiti da poligoni su fondali bidimensionali. Alcune animazioni (ad esempio la scena iniziale con l’automobile che parcheggia) sono state create attraverso la tecnica detta rotoscope: dopo avere filmato
una scena “reale”, l’autore ha riversato il video su videocassetta.
Quindi, utilizzando il “fermo immagine”, il frame è stato digitalizzato e infine replicato nell’editor del gioco.

La prima cosa che colpisce è l’intro in grafica poligonale….eran quelle cose che mostravi al amico di turno pre impressionarlo.
Graficamente siam su altissimi livelli e non si sente la mancanza nel gioco della musica che lascia spazio ad effetti sonori d’atmosfera
Il lavoro dello sviluppatore francese è particolarmente apprezzato anche da Hideo Kojima che lo mette addirittura nella Top 5 dei più
importanti, accanto a Super Mario e Xevious.

Presente un piccolo Egg, se all’inizio uscito dalla gabbia ti fermi per alcuni minuti , apparirà una nave aliena che ti farà secco

Versioni

Another World è stato inizialmente commercializzato per il computer su cui è stato creato, ovvero l’Amiga 500; poco dopo è stata realizzata una versione per Atari ST,leggermente inferiore per quanto riguarda grafica e sonoro. L’anno seguente, il 1992, ha visto la luce delle versioni Macintosh e MS-DOS, dotate di alcune nuove sezioni rispetto all’originale e ad un intero nuovo livello. Nello stesso anno è stato convertito, grazie all’Interplay, su Sega Mega Drive, Super Nintendo Entertainment System e Apple IIGS: queste ultime due si differenziano per un uso più intensivo della musica, originariamente limitata all’introduzione e al finale. La versione per la console Nintendo è, come da prassi per l’azienda giapponese, censurata. Nel 1993 il gioco viene convertito su 3DO, arricchito di fondali più dettagliati e dotato di musiche differenti. Nel 1994 Another World è contenuto nel medesimo disco del suo seguito su Sega CD, Heart of the Alien.

Dopo la chiusura di Delphine avvenuta nel 2004, Chahi ha acquisito i diritti del gioco, permettendone nuove versioni: Pocket PC, telefoni cellulari e Microsoft Windows. Quest’ultima rende possibile visualizzare il gioco a risoluzioni elevate (fino a 1280×800) e contiene nuovi fondali realizzati dallo stesso Chahi.
Nel 2007 questa versione, inizialmente acquistabile solo tramite download, è stata inserita in una riedizione intitolata Another World – 15th Anniversary Edition,
della Lexicon Entertainment. Nel disco sono presenti contenuti speciali, compresa una intervista all’autore.

Nel 2011 arriva la versione 20th Anniversary Edition, disponibile anche per iOS e Android. Queste versioni hanno l’aggiunta di poter scalare la risoluzione con
il semplice “swipe” di due dita sullo schermo mentre si gioca, rendendo possibile giocare sia la versione originale che quella in alta definizione del 2007.

Una versione per il retrogaming su Atari Jaguar, ufficialmente autorizzata, è uscita nel 2013.

Di seguito e’ uscito anche per Playstaion (3-4), Nintendo Switch e ps Vita oltre che Xbox one

Intro

Sono state fatti due intro remake dell’originale ed una per c64 qui sotto i video


 

 


 

Sequel :

Nel sequel mega Cd veniva riproposto lo stesso schema di gioco arricchito pero’ da un numero maggiore di sequenze ed un uso anche della musica in game.
Il gioco continua la vicenda esattamente da dove il primo episodio si era concluso: in seguito alla rocambolesca fuga dalla prigione-lager, l’alieno e l’amico
fuggono a dorso di una creatura volante in una città abitata da altri alieni. Raggiunta la città, l’alieno cura Lester, ma di lì a poco l’insediamento è assaltato
dalla civiltà repressiva che gestiva la prigione stessa, e una nuova avventura, in stile simile al primo episodio della serie, inizia.
L’alieno protagonista si ritrova ad affrontare una fuga per la libertà mentre i due amici continuano occasionalmente a rincontrarsi e ad aiutarsi
vicendevolmente durante l’avventura.
Nel finale, in un estremo tentativo di difendere l’amico alieno, Lester viene colpito a morte da una scarica elettrica.
Il gioco si conclude con l’alieno che riesce a liberare la sua gente dalla prigione-lager, la quale viene data alle fiamme dagli ex prigionieri.
In seguito a una veloce cremazione di Lester, il gioco termina con una normale scena di vita tranquilla nell’insediamento alieno ricostruito.

Il sequel si rivelò un enorme flop

Cover amiga :

 

Cover usa :

Cover versione Ps4 e Switch :

 

Se l’articolo vi è piaciuto seguitemi sulla pagina facebook : LITTLE PELLIZZA FACEBOOK OFFICIAL PAGE

1 commento

The Way Remastered (Switch -ps4 – PC) | Little Pellizza リトルペリッツァ 8 Ottobre 2020 - 6:02

[…] vi siete persi il mio approfondimento su Another World vi consiglio subito di leggerlo >qui<  prima di […]

Reply

Lascia un commento!

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.