Home ReviewGame! Chasm ( Ps4/Pc/Nintendo Switch/Ps Vita)

Chasm ( Ps4/Pc/Nintendo Switch/Ps Vita)

di LittlePellizza

Chasm appartiene al genere metrodivania ( fusione dei nomi di due giochi : Metroid e castlevania) redivivo negli ultimi tempi grazie ai produttori indipendenti.
Assolutamente perfetti da giocare in mobilità ( tipo Switch)  sono arcade con grafica rigorosamente 2d bitmap ( o come la voglion chiamare oggi Pixel art che fa tanto figo) dove il protagonista esplora un unico grande mondo diviso per livelli o stanze non sempre subito accessibili ( servon chiavi, poteri speciali, armi etc..).
Vi è la possibilià per il personaggio di aver più armi, magie, upgrade e talvoltà di guadagnare punti esperienza.Sono presenti Boss di fine livello/stanza fino ad arrivare al mega nemico finale ( in genere il villain della storia)

Il protagonista dispongono di piu vite o barre d’energia e contrariarmente a quando succedeva negli 80/90, sono presenti save point: Un tempo il gioco te lo dovevi giocare da inizio fine senza pause (°_°)

Trama:

Sei una nuova reclutà e ti viene assegnata la missione di ritrovare i minatori scomparsi di un villaggio.
Accogliendo la richiesta d’aiuto del sindaco, il soldato si prepara al meglio e scende al di sotto della superficie, ignaro di ciò che lo attende.
Direi che non è il punto forte del gioco

My Honest opinion :

Chasm mi ha illuso, l’inizio dove il protagonista esplora il castello mi aveva fatto pensare a un gioco diviso per missioni o quantomeno mondi diversi.
Invece Il cuore dell’esperienza è un dungeon eterogeneo, costituito da diverse aree tematiche, collegate da un sistema di teletrasporti(cosa rivista e stravista).
Con pochi e semplici passaggi, è possibile fare ritorno all’area principale, destinata con il passare delle ore a ripopolarsi di bonus e negozi grazie agli abitanti ritrovati.Salvando gli NPC nascosti lungo la mappa andrete a ripopolare Karthas e i suoi abitanti riapriranno i loro negozi dandovi accesso ai servizi di un alchimista, di un fabbro e di altri preziosi alleati. Potrete rivolgervi a loro per potenziare il vostro armamentario o per rimpolpare l’inventario in vista delle sfide successive.

Concettualmente parlando, Chasm è un metrodivania fedele alla linea, forse persino troppo.L’unica nota differenziale è il dungeon generato in modo randomico ( vi viene dato un codice che potete condividere con un amico e giocare nello stesso mondo) ma con precisi canoni logici.
Il bestiario è senza infamia e senza lode ma variegato ( 100 nemici circa).La grafica a mano è ben fatta e gradevole anche se non ispirata.Il livello di dettaglio degli scenari è notevole. Il tutto è poi accompagnato da una colonna sonora eccellente. Pezzi strumentali che spaziano dal country all’orientale sottolineano le diverse fasi di gioco e quando la situazione lo richiede il ritmo sale per pompare un po’ di adrenalina utile a mantenere alta la concentrazione.
Per certi versi Chasm è un titolo coerente: la struttura di gioco è ancorata ai dettami dell’era a 16 bit e si sposa alla perfezione con la direzione artistica, volutamente vintage.I pixel sono liberi di esprimersi al meglio, anche sotto la patina del filtro CRT, opzione che aggiunge una leggera sfocatura e un pizzico di scanlines. Un omaggio ai vecchi giocatori.

Chasm e’ perfetto per chi ama i vecchi giochi e non ama le novità, per chi cerca un esperienza perfetta dei tempi passati, con le stesse meccaniche, con gli stessi pregi e difetti .E’ stata aggiunta una spruzzata di elementi RPG per dare un po’ di sapore al tutto.
La semplicità si riscontra anche nei controlli che prevedono un tasto per saltare, due per attaccare (uno per la mano destra e uno per la sinistra) e uno per schivare con un rapido movimento indietro che ricorda molto da vicino quello di Alucard in Castlevania: Symphony of the Night.

La versione Switch qui recensita contiene oggetti unici e leggendari, la possibilità di personalizzare i controlli ed altro ancora rispetto a pc e ps4 .

Delle 10-12 ore che servono a completare il gioco il 60% è per il backtracling alla ricerca di oggetti e zone che prima non si potevan esplorare.
Ci sono in tutto cinque difficoltà giocabili: oltre alle canoniche “facile”, “medio” e “difficile”, si potranno sbloccare, dopo aver finito la prima run,
anche “incubo” e “mortale” (quest’ultima prevede il permadeath). Sia chiaro, Chasm e’ divertente e godibile ma pecca di originalità.

Il che non vuol dire che sia un punto negativo per i nostalgici anzi.

Pro                                                    Contro

– Old Style school                           – Durata
– Grafica pixel art ben fatta            – Nessun elemento originale
– Traduzione italiano                     
– Mai troppo difficile

– Ps Vita!!!!

 

Voto: 7

 

Trailer  :

1 commento

Micetopia (PC/Xbox/PS4/SWITCH) | Little Pellizza リトルペリッツァ 5 Dicembre 2020 - 11:39

[…] è (l’ennesimo) metrodivania molto simile a “CHASM” pubblicato dalla Ratalaika Games e programmato dai Ninja rabbit.Non particolarmente […]

Reply

Lascia un commento!

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.