PLAYRETRO.IT

Never Surrenda To the Future!

Home Review
RICK DANGEROUS

 ( 1989 Core Design ) -  ( Amiga / Atari St / Commodore C64 / Pc Dos / Amstrad Cpc / Zx Spectrum )

RICK DANGEROUS

 ( 1989 Core Design ) -  ( Amiga / Atari St / Commodore C64 / Pc Dos / Amstrad Cpc / Zx Spectrum )

RICK DANGEROUS -  ( 1989 Core Design ) -  ( Amiga / Atari St / Commodore C64 / Pc Dos / Amstrad Cpc / Zx Spectrum )

di LittlePellizza
A+A-
Reset

RICK DANGEROUS

 ( 1989 Core Design ) –  ( Amiga / Atari St / Commodore C64 / Pc Dos / Amstrad Cpc / Zx Spectrum )

 

 

 

   
   

RICK DANGEROUS

Amiga / Atari St / Commodore C64 / Pc Dos / Amstrad Cpc / Zx Spectrum 

Data di pubblicazione 1989
Genere Arcade
Tema Avventura
Origine Uk
Sviluppo Core Design
Pubblicazione Firebird Software, MicroPlay (America)
Programmazione Simon Phipps (Amiga, ST), Stu Gregg (C64, DOS), Dave Pridmore (CPC, ZX, DOS)
Musiche Dave Pridmore
Grafica Simon Phipps, Terry Lloyd, Rob Toone (livelli), Bob Churchill (livelli extra Amiga/ST)
Modalità di gioco Giocatore singolo 
Periferiche di input Joystick, tastiera
Supporto Floppy disk

 

Rick Dangerous è un videogioco arcade a piattaforme realizzato dalla Core Design per i computer Amiga, Atari ST, Amstrad CPC, ZX Spectrum, Commodore 64 e MS-DOS. È stato pubblicato nel 1989 dalla Firebird Software in Europa e dalla MicroPlay (distaccamento della MicroProse) in America. Il protagonista Rick Dangerous, traducibile Rick Pericoloso, è un avventuroso esploratore nello stile di Indiana Jones, ma con aspetto caricaturale.

Rick Dangerous ricevette spesso ottime recensioni dalla stampa di settore, più o meno in tutte le versioni. Arrivò in testa alle classifiche di vendita in Europa.

Il videogioco ha avuto un sequel, Rick Dangerous 2, del 1990.

Non ci sono stati altri seguiti, ma anche dopo decenni le serie è molto ricordata e sono numerosi i rifacimenti amatoriali. Conversioni non ufficiali di Rick Dangerous sono apparse per MSX2[ Acorn Archimedes ColecoVision (Risky Rick), iPhone, Amstrad CPC 6128 Plus, Mega Drive Game Boy Advance (anche in versione natalizia Dangerous Xmas) browser, open source per varie piattaforme (xrick), Amiga CD32, Intellivision (Rick Dynamite), Wii

Disponibile su Steam!

STAFF

 
Published: 1989, Firebird Logo
Developer: LogoCore Design
Design: Terry Lloyd, Simon Phipps, Rob Toone, Bob Churchill
Coder: Simon Phipps
Graphics: Terry Lloyd, Simon Phipps
Musician: Dave Pridmore

 

Core Design Limited, è un team britannico che qualche anno più tardi avrebbe dato i natali a una certa Lara Croft di tomb raidern

La Core Design venne fondata nel 1988 da Chris Shrigley, Andy Green, Rob Toone, Terry Lloyd, Simon Phipps, Dave Pridmore, Jeremy Smith e Greg Holmes. Molti erano ex impiegati della Gremlin Graphics

Lo studio fu fondato a Derby, nel Regno Unito. La società è stata posseduta da Eidos Interactive che la acquisì nel 1996 quando acquisì la società di distribuzione CentreGold che era proprietaria della Core Design. In seguito Eidos vendette diverse proprietà della CentreGold ma mantenne il possesso della Core Design..
Rick Dangerous è il loro primo gioco ed un chiaro omaggio di Indiana Jones che nel 1989 riuscendo ad emergersi nell’affollato panorama dei platform game diventato un gioco stra amato dal pubblico dell’epoca ma anche odierna.
Un risultato non da poco, se si considera che sfogliando le riviste dell’epoca praticamente c’erano solo l’imbarazzo della scelta. Eppure Rick Dangerous si fece in notare prendendo dal collega avventuriero dello splendido Montezuma’s Revenge lo scettro (maledetto?) di “Miglior emulo del dottor Jones”.

L’11 maggio 2006 le proprietà e lo staff della Core Design furono venduti alla società Rebellion. Eidos comunque ha mantenuto il possesso delle proprietà intellettuali sui giochi quindi potrebbe in futuro pubblicare nuovi episodi dei giochi Core Design.

Incredibilmente, uno dei programmatori e designer di giochi è ancora attivo nell’industria dei videogiochi e ha un sito Web in cui si discute del suo lavoro e si forniscono 

STORY

Riuscirà Rick Dangerous, intrepido supereroe e collezionista di francobolli part-time a sopravvivere alla sua prima missione nel tempio azteco della tribù? – Se dovesse farlo, Rick dovrà affrontare nuovi pericoli nella tomba egizia e nella fortezza nemica.

.Ambientato nel 1945, l’agente britannico Rick Dangerous parte per la foresta amazzonica per poter studiare la tribù perduta Goolu. Tuttavia, l’aereo su cui Rick Dangerous viaggia precipita nel bel mezzo della giungla.  La successiva avventura si svolge in una piramide egizia occupata da criminali egiziani. Quindi, per sventare i piani delle forze naziste, Rick si infiltra nel castello Schwarzendumpf e infine in una base missilistica.

Alcune edizioni originali includono un breve fumetto in inglese che racconta più in dettaglio l’introduzione

GAMEPLAY

 Il gioco è ispirato sin dall’immagine sulla confezione al film Indiana Jones e i predatori dell’arca perduta. Ambientato nel 1945, l’agente britannico Rick Dangerous parte per la foresta amazzonica per poter studiare la tribù perduta Goolu. Tuttavia, l’aereo su cui Rick Dangerous viaggia precipita nel bel mezzo della giungla. Il videogioco comincia con Rick che si ritrova all’interno di un sotterraneo e deve fuggire da un enorme masso rotolante, un riferimento a una scena di I predatori dell’arca perduta dovrà quindi cavarsela nel sotterraneo popolato da Goolu ostili. La successiva avventura si svolge in una piramide egizia occupata da criminali egiziani. Quindi, per sventare i piani delle forze naziste, Rick si infiltra nel castello Schwarzendumpf e infine in una base missilistica.

Si controlla Rick, personaggio tozzo e umoristico che indossa un cappellino ed è vestito da esploratore, attraverso scenari bidimensionali a piattaforme ambientati in luoghi chiusi. Il percorso degli scenari è lineare, ma tortuoso in tutte le direzioni; la visuale è a scorrimento solo in verticale, mentre quando si esce dallo schermo in orizzontale si cambia stanza direttamente.
Rick può spostarsi sulle piattaforme o sulle scale a pioli. A volte anche sulla parete di sfondo ci sono zone in cui ci si può arrampicare. Si possono fare salti, orientabili anche in volo. Le cadute sono innocue e direzionabili. Rick si può rannicchiare a terra e strisciare in questa posizione, ad esempio per attraversare strettoie. Rick è armato di pistola con sei proiettili, una scorta limitata di dinamite, e un bastone che tramortisce temporaneamente. La dinamite viene piazzata a terra ed esplode a tempo; può far esplodere determinati ostacoli che bloccano la strada, oltre a essere letale per i nemici e per Rick stesso. Si possono trovare ricariche di munizioni, ma piuttosto rare, e tesori da raccogliere per bonus di punteggio.
Gli scenari sono popolati da nemici, di solito umani (indigeni, egiziani o soldati a seconda dello scenario), e da numerose trappole, come pali acuminati, frecce automatiche o blocchi mobili. Ci sono anche trappole che spuntano fuori dallo scenario senza poter essere individuate prima. Spesso è necessario apprendere per tentativi la presenza di trappole e imparare a memoria il modo di evitarle o neutralizzarle. Talvolta si può fare uso delle armi per far scattare le trappole e liberarsene. Trovare il modo di procedere può rappresentare un enigma da risolvere[20]. Si hanno molte vite a disposizione, ma si perdono con facilità, a ogni contatto con un nemico o una trappola.

Ci sono quattro livelli corrispondenti ai quattro luoghi visitati nella trama ( Tempio Goolu – Piramide Egizia – Castello Schwarzendumpf ). I livelli hanno in tutto un’ampiezza pari a 85 schermate nelle versioni a 8 bit, mentre nelle versioni a 16 bit l’ampiezza aumenta di altre 50 schermate. I tipi di trappole e di nemici sono in tutto 74

Rick Dangerous fu il primo lavoro della Core Design, dopo che era divenuta una compagnia indipendente distaccandosi dalla Gremlin Graphics nel 1988. Simon Phipps e Terry Lloyd decisero rapidamente di realizzare un gioco ispirato a Indiana Jones. C’erano già stati videogiochi ufficiali sui film, ma secondo Phipps nessuno aveva ancora reso l’atmosfera dei primi avventurosi minuti di I predatori dell’arca perduta. Secondo Lloyd, inizialmente si pensava di dare a Rick molte più abilità, ma poi si preferì evitare al giocatore di dover utilizzare la tastiera, limitandosi a funzioni controllabili con il solo joystick a un pulsante. Il tipo di salto di Rick, orientabile a mezz’aria, fu ispirato da Super Mario Bros.; all’epoca molti platform erano ancora basati su salti a traiettoria fissa. L’aspetto “schiacciato” dei personaggi era ispirato dal videogioco Joe Blade e dai disegni di Mordillo.
Il design di livelli e gameplay fu fatto in modo da poter essere molto simile tra le varie versioni, nonostante le diverse capacità dei computer, a parte il fatto che le versioni a 16 bit hanno delle porzioni di livelli in più. La conversione della grafica originaria per Amiga/ST agli altri formati meno potenti fu facilitata da OCP Art Studio e da vari strumenti di conversione dei colori. Il design iniziò a luglio 1988 e richiese quattro mesi. La pubblicazione tardò fino all’anno successivo, in parte perché la Microprose acquisì la Telecomsoft (proprietaria dell’etichetta Firebird). Il dipartimento marketing della Microprose volle gestire la pubblicazione e a loro si deve anche la copertina, dall’aspetto più realistico rispetto al gioco, mentre la Telecomsoft avrebbe probabilmente usato una copertina più allegra
Il fumetto di Rick Dangerous allegato alle prime edizioni venne realizzato dal fumettista Ian Gibson, non accreditato, noto per le opere sulla rivista 2000 AD. Il fumetto fu commissionato per iniziativa della Microprose. La Core Design non ne sapeva nulla finché non vide le confezioni definitive, ma lo apprezzò tanto che decisero di far tornare in Rick Dangerous 2 il “grassone” che appare come cattivo nel fumetto e che era interamente un’invenzione di Gibson

Il personaggio di Rick Dangerous viene spesso visto come un precursore di Lara Croft, grande successo creato anni dopo dalla Core Design

Il gioco non presenta salvataggi ed è in alcuni punti estremamente punitivo per tanto è necessario memorizzare gli schemi dei nemici ed i livelli

Sono presenti simpatiche scenette all’inizio di ogni livello con una musica a tema. Durante il gioco sono presenti solo effetti sonori.

ARMI

Il nostro eroe dispone di alcuni armi basilari : 

La pistola deve essere usata per sparare (per cos’altro?). Tuttavia, il caricatore può contenere solo 6 colpi. Quando si spara a un cattivo a volte viene lasciato un bonus che riempie la rivista. Ciò può significare che Rick deve tornare sulla scena dell’azione. Ricorda che sparare con la pistola potrebbe attivare una trappola in alcune situazioni e può ferire più te che un nemico.

Il grosso bastone viene utilizzato per respingere i nemici per un certo tempo o per attivare trappole. C’è anche un altro utilizzo…


Può essere piazzata allo scopo di innescare trappole, spazzare via muri, nemici e in generale fare qualche danno, per permettere al nostro eroe di continuare la sua ricerca. Questo ha anche la caratteristica aggiuntiva di essere MOLTO PERICOLOSO quando è acceso, quindi il nostro eroe deve allontanarsene il più rapidamente possibile prima che esploda.

LIVELLI

Riuscirà Rick Dangerous, intrepido supereroe e collezionista di francobolli part-time a sopravvivere alla sua prima missione nel tempio azteco della tribù? – Se dovesse farlo, Rick dovrà affrontare nuovi pericoli nella tomba egizia e nella fortezza nemica.

Sud America

Mappa

Egitto

Mappa

Castello Tedesco

Mappa

Base Missilistica

 

Mappa

MAPPE ZX SPECTRUM

Mappe livelli Versione Spectrum

 

Nell’evitare le trappole sii intraprendente come Rick. Le trappole sono subdole. Per sopravvivere potresti aver bisogno del tuo bastone, della tua pistola, della dinamite o semplicemente del tuo ingegno, a seconda della natura della trappola. Non ci sono istruzioni su come attivare o evitare ogni trappola, quindi fai attenzione: pensa al futuro, le cose non sono sempre quello che sembrano…

COMANDI

Senza pulsante di fuoco premuto:

Premendo il joystick a sinistra e a destra, Rick camminerà a destra o a sinistra.

Spingere il joystick verso l’alto fa saltare in aria Rick.

Spingendo il joystick verso l’alto, a sinistra o a destra, Rick salterà in quella direzione.

Tirare il joystick verso il basso fa sì che Rick si abbassi.

Tirare il joystick verso il basso e verso sinistra o destra fa sì che Rick gattoni lungo il terreno in quella direzione.

Con il pulsante di fuoco premuto : 

Spingere il joystick a sinistra o a destra fa sì che Rick usi la sua levetta corta

. Utilizzato per premere pulsanti o stordire i nemici di Rick.

Spingere il joystick verso l’alto fa sì che Rick spari con la sua pistola nella direzione sta affrontando.

Tirando il joystick verso il basso Rick si accende e lascia cadere un bastoncino di Dinamite.

COMANDI DA TASTIERA

Colore ON/OFF…..Barra spaziatrice – Premendo la barra spaziatrice durante il titolo lo schermo viene visualizzato spegnerà il colore, per quello realistico 1945 guarda! Esci per iniziare…………………………..

Fuga Pausa ON/OFF…………………………..P

SUGGERIMENTI
  • I nemici e le trappole appaiono sempre nello stesso posto con lo stesso effetto.
    Alla fine del quarto livello è necessario far saltare in aria il blocco selettore al centro dello schermo per aprire l’uscita e terminare il gioco.
    Disegna o procurati una mappa.
    La versione di “Remember” ha oltre ad una lista dei punteggi salvabili anche diversi allenatori come invulnerabilità, dinamite illimitata, ecc

 

CURIOSITA

 

  • Il tipo di salto di Rick, orientabile a mezz’aria, fu ispirato da Super Mario Bros.; all’epoca molti platform erano ancora basati su salti a traiettoria fissa.
  • L’aspetto “schiacciato” dei personaggi era ispirato dal videogioco Joe Blade e dai disegni di Mordillo.
  • Lo sviluppatore di giochi David Cage considera Rick Dangerous il suo gioco preferito.

 

VERDETTO

 

Uno dei giochi platform più importanti della fine degli anni ’80 nacque insieme al clamore di quella che all’epoca era presumibilmente la parte finale della serie di film di Indiana Jones: L’Ultima Crociata. Rick Dangerous ha fatto ciò che non era mai stato fatto adeguatamente prima: ha portato con successo l’aspetto d’azione di Indiana Jones nei giochi per computer, molto più di Montezuma’s Revenge. Tutti i giochi ufficiali di Indy erano stati più o meno tentativi insensati, ma Rick Dangerous è stato realizzato come un tributo divertente, sebbene giocabile e stimolante, all’archeologo preferito da tutti. Lo stile del gioco era familiare alla maggior parte dei giocatori degli anni ’80, ovviamente, poiché la maggior parte dei membri della Core Design, il team dietro il gioco, erano ex dipendenti della Gremlin Graphics. Il gioco si rivelò un tale successo che non solo generò un sequel, ma funse da modello di base per la formula di maggior successo della stessa azienda in Tomb Raider

Rick Dangerous racconta la storia dell’omonimo avventuriero, sviluppata attraverso quattro distinte ambientazioni (un tempo amazzonico, una piramide egizia, un castello occupato dai nazisti e una base di lancio segreta) che ricordano molte delle avventure di indiana jones. Del resto il primo livello parte con un masso che ti rotola contro ( indiana jone e l’arca ) Ogni livello si sviluppa sostanzialmente in verticale, con Rick che parte dell’alto e scende verso il basso, raccogliendo tesori, evitando nemici e sfuggendo a una notevole quantità di trappole di ogni genere. Il gioco è quindi un mix di plataform e piccoli puzzle, nulla di particolarmente originale ma godibile.

A tratti il gioco è frustrante basta una minima distrazione ed ecco che il povero Rick perde una delle sue sei vite, l’unica scorta a sua disposizione per portare a termine il gioco. E ‘ quindi necessario mappare ogni livello per evitare sorprese. Consideriamo anche che non ci sono ne possibilità di salvare, ne password tra i vari mondi o livelli!!
Per l’epoca era normale oggigiorno questo farebbe impazzire i giocatori.

Cosa lo ha fatto emergere rispetto agli altri?

A parte la chiara ispirazione, una scelta grafica ed effetti sonori azzeccati ne han decretato il successo
Il personaggio principale e’ disegnato in modo cartunesco super deformed che ovviamente ricorda Indy ( gli manca solo la frusta) cosi come i nemici ed anche gli sfondi. Carino lo screen iniziale che lo fa sembrare molto baldanzoso ed apprezzabile e divertente l’animazione quando muore
Presente la musica solo nella schermata titoli ( per altro di ottima fattura) e motivetti stile classico all inizio di ogni ambientazione.
Durante il gioco sono presente solo effetti sonoro ma azzeccati ( in particolare l’urlo di quando muore )

Ben ispirato il level design anche se ovviamente alla lunga un poco ripetitivo.
Rick Dangerous è un gioco che dà molta soddisfazione: difficile e ogni tanto poco leale, ma che può essere completato con un po’ di pratica e di cervello. Appagante, direi. Alcune recensioni dell’epoca lo apprezzano molto, altre sono più critiche (principalmente per i già citati passaggi frustranti) ma in ogni caso il gioco è un successo su tutte le piattaforme per le quali viene pubblicato (ovvero i computer a 8 bit e i loro compagni a 16 bit, compresi PC, Amiga e Atari ST). E, ovviamente, col successo arriva anche l’immancabile seguito…
 La struttura di gioco è talmente intrigante e coinvolgente nella sua semplicità che iniziare è facile ma smettere non lo è per nulla.

Rick Dangerous è un titolo storico ma attualissimo, che mostra come dietro una tecnica minimalista ma azzeccata, possa nascondersi un gameplay diabolicamente geniale, non innovativo ma in grado di rendere al meglio la commistione di due generi tanto diversi come platform e rompicapo e, una volta iniziato, capace di far spendere intere nottate a chi, come me, si innamorerà di questo gioiellino… e non è forse questo lo scopo ultimo di un videogioco?”

 

NOTE AGGIUNTIVE

 

CONCEPT ART
ACCOGLIENZA

Your Sinclair ha assegnato a Rick Dangerous un punteggio del 78%,mentre Computer e videogiochi ha assegnato al gioco Spectrum un punteggio dell’87%, più un premio “C+VG Hit”, affermando che era “un eccellente gioco di piattaforma..

La versione C64 ha ricevuto l’84% da CU Amiga-64e il 73% da Zzap!64 . Zzap!64 ha sottolineato che il gioco era giocabile e divertente in stile piattaforma, ma non molto di più. Anche la versione Amstrad ha ricevuto la stessa risposta ottenendo un 76% da The Games Machine , anche se il gioco è andato leggermente meglio con Amstrad Action che lo ha valutato 83% e gli ha assegnato il riconoscimento “AA Rave”. 

ACE ha dato alla versione Amiga un punteggio di 890, e il formato Amiga ha dato un 89%.Amiga Power era molto critico nei confronti di entrambi i giochi e della dipendenza dall’apprendimento dei modelli.

La versione Atari ST ha ricevuto recensioni positive; 88% e 87% rispettivamente da The One for 16-bit Games e Computer and Video Games . La rivista The One spiegò che Rick Dangerous era uno dei migliori giochi arcade a 16 bit dell’epoca. 

Lo sviluppatore di giochi David Cage considera Rick Dangerous il suo gioco preferito.

Critica Platform Score
One for ST Games, The Atari ST 100%
Info Commodore 64 100%
CPC Attack! Amstrad CPC 95%
ST Action Atari ST 92%
Commodore Format Commodore 64 90%
ST Format Atari ST 90%
ST Action Atari ST 90%
ACE (Advanced Computer Entertainment) Amiga 89%
Amiga Format Amiga 89%
One, The Amiga 88%
One, The Atari ST 88%
Computer and Video Games (CVG) ZX Spectrum 87%
Computer and Video Games (CVG) Commodore 64 87%
Computer and Video Games (CVG) Amiga 87%
Computer and Video Games (CVG) Atari ST 87%
Commodore User Amiga 86%
Tilt Amstrad CPC 85%
Amiga User International Amiga 85%
Retro Archives Atari ST 85%
Retro Archives Amiga 85%
Jeuxvideo.com Amiga 85%
Tilt Amiga 85%
Jeuxvideo.com Atari ST 85%
Jeuxvideo.com Amstrad CPC 85%
Commodore User Commodore 64 84%
Amstrad Action Amstrad CPC 83%
Games Machine, The (UK) Commodore 64 81%
Crash! ZX Spectrum 81%
Commodore Force Commodore 64 81%
Games Machine, The (UK) Atari ST 80%
Retrogaming.it Commodore 64 80%
Oldies Rising Amiga 80%
Retro Archives Commodore 64 80%
GameTrip.net Atari ST 80%
Games Machine, The (UK) ZX Spectrum 78%
Your Sinclair ZX Spectrum 78%
Games Machine, The (UK) Atari ST 78%
Games Machine, The (UK) Amstrad CPC 76%
Games Machine, The (UK) Amiga 76%
Power Play Atari ST 75%
Power Play Amiga 75%
Retro Archives Amstrad CPC 75%
Retro Archives ZX Spectrum 75%
Zzap! Commodore 64 73%
Power Play DOS 70%
Power Play Commodore 64 70%
Your Sinclair ZX Spectrum 70%
100 aktuelle PC-Spiele DOS 60%
Your Commodore Commodore 64 55%
Retro Archives DOS 53%
ASM (Aktueller Software Markt) Amiga 50%
ASM (Aktueller Software Markt) Atari ST 50%
Good Old Days, The (staff reviews only) Amiga 50%
ASM (Aktueller Software Markt) Commodore 64 43%
ASM (Aktueller Software Markt) DOS 42%
Retro Spirit, The DOS 33%
ASM (Aktueller Software Markt) Amstrad CPC 20%
VERSIONI GIOCO

RICK DANGEROUS

 ( 1989 Core Design ) -  ( Amiga / Atari St / Commodore C64 / Pc Dos / Amstrad Cpc / Zx Spectrum )

COMMODORE AMIGA

 



 

Manuale di gioco

COMMODORE C64


 

AMSTRAD CPC

AMSTRAD è completamente multicolore in lo-res. Sebbene offra sicuramente una grafica leggermente più colorata rispetto alla versione C64, il blocco di tutto toglie al gioco alcuni dei dettagli tanto necessari. Beh, c'è quel pezzetto di bianco sulla faccia di Rick, che dovrebbe essere la comparsa dei suoi denti come nelle versioni Amiga e ST, ma qui assomiglia più ai baffi di un anziano avventuriero. Ma il resto dei dettagli è praticamente assente. Inoltre, la tavolozza in uso fornisce molto più spesso alcuni netti contrasti nei colori, il che conferisce al gioco una sensazione generale molto più scura. Almeno il primo livello sembra troppo blu. Oltre a tutto ciò, alcune animazioni sono state tradotte (come la grande roccia rotonda all'inizio) o rese leggermente meno complesse, e conosci già il metodo di scorrimento saltellante.


ZX SPECTRUM

La versione SPECTRUM offre una grafica monocromatica mista ad alta risoluzione abbastanza colorata. La grafica che ti incornicia all'interno dei tunnel è fatta di mattoni bianchi e blu e rocce ciano e blu, mentre il muro di sfondo è verde. Ho trovato la scelta del colore piuttosto sconcertante, ma suppongo che sia perché il luogo è da qualche parte nella zona dell'Amazzonia, il verde è un colore facilmente collegabile alla giungla. L'unico problema è che tutti gli sprite che si muovono all'interno dell'area verde sono anch'essi verdi e talvolta sono un po' difficili da vedere. Naturalmente, potresti considerarla una versione della versione in scala di grigi su Amiga e ST, ma no: Spectrum non può fare abbastanza sfumature per farlo funzionare bene. Almeno le piattaforme di legno sono gialle e alcuni elementi decorativi sono stati realizzati in colori diversi, ma la maggior parte delle volte sei un piccolo Rick verde che cammina in un caos verde, infestato da pipistrelli verdi, rocce e aborigeni, e devi anche fare attenzione alle punte verdi.

 



 

PC DOS



Manuale di gioco

 

COMPARE

 

 

 

 

PUBBLICITA

 

 

FINALE

 

REMAKE

Rick Dangerous e’ sicuramente uno dei giochi che vanta di più remake o rifacimenti che io conosca .Sono davvero tante le versioni amatoriali di questo gioco per diverse piattaforme che dedicherò un apposito articolo

Ne lascio sotto qualcuna 


FOLLOW US! JOIN GROUP ON FACEBOOK!

FOLLOW US! JOIN GROUP ON FACEBOOK!

🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝🔝

Lascia un commento!

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

PLAYRETRO.IT
INDICE ▲