Home Amiga/C64 Z-OUT (AMIGA)

Z-OUT (AMIGA)

di LittlePellizza

Ancora una volta Rainbow Arts ( dopo Katakis e convertito R-Type) ci regala un shoot’em’up orizzontale che strizza l’occhio ai titoli citati offrendo nulla di nuovo nel panorama ma ottima grafica/musica e superlativa giocabilità

Z-Out  uscito su Amiga  and  Atari ST nel 1990 è il sequel  di  X-Out ( che presto andrò a recensire).In origine doveva essere un gioco stand alone con il nome di Wargate ma visto l’inaspettato successo di X-Out fu deciso di farlo uscire come seguito.Come detto il gioco non offre nulla di nuovo anzi ha quel sapore di Dejà Vu R-Type che può far storcere il naso ( di fatto è un altro clone) ma l’ottimo gameplay presto  ci fa dimenticare tutto.

Nome alternativo Wargate
Anno 1990 
Piattaforma Amiga / ST
Rilasciato Germany
Genere Arcade
Tema   Sparefuggi
Publisher  Rainbow Arts Software
Developer  Advantec Software 
Prospettiva  
Orizzontale
 
 

Trama :

Un malvagio impero alieno  vuol soggiogare l’umanità. L’ultima speranza per i terrestri è l’astronave superpotenziata e pesantemente armata Z-out.

Nella schermata iniziale puoi sciegliere se giocare da solo (premi F1 per giocare da solo con la nave blu),  o in o contemporaneamente (evviva !!!) con un amico (giocatore una nave blu, giocatore due nave rossa premi F2). Durante il gioco puoi premere A per accendere / spegnere il fuoco automatico, ti consiglio di tenerlo spento, soprattutto se hai un joystick tipo arcade, questo è il modo migliore per giocare a questi tipo di giochi.

Eh sì, è un clone!  Ricordo questa recensione su Commodore Gazette, rivista italiana indipendente relativa alla versione Amiga  non era quella che si può definire una recensione molto entusiasta, si diceva quanto la grafica fosse buona e fluida e tutto … ma il tutto avrebbe potuto essere riassunto come “oh no, un altro clone R-Type!”. È chiaramente ispirato da R-Type, e sicuramente senza R-type non avremmo avuto Z-Out.

Quindi ecco, tutti gli elementi classici sono presenti. Abbiamo qui Pod rimovibili, una nave molto simile al feticcio Irem, a scorrimento orizzontale alla Scramble (dopotutto R-Type non era una versione migliorata di Scramble?), Alcune armi sono simili , paesaggi bio tecnlogi alternati a quelli simil Alien.

La qualità grafica è ben fatta e varia , alcuni livelli sono eccellenti nei dettagli, altri negli effetti cromatici (rame), altri ancora nell’atmosfera (come il livello dell’acqua), ma non c’è un senso di “coesione”, è come una sorta di assemblaggio casuale o anche un enorme pasticcio se vuoi chiamarlo, ma ciò che tiene davvero insieme tutto questo è solo il fantastico gameplay. Se sei più sul lato tecnico, c’è l’effetto parallasse solo  nell’ultimo livello , sono circa tre o quattro  sul terreno.

Il comparto sonore può contare su ottime musiche(in particolare il primo livello), buoni effetti sonori composta da Rudolf Stember  e dall’immancabile Chris Hülsbeck .Quando tieni premuto il pulsante una sorta di bip ripetuto annuncia che puoi rilasciare un super raggio, è un tocco molto carino, ci sono alcuni brevi intermezzi quando stai combattendo i Boss di medio livello, anche atmosferici, e una breve sequenza quando finisci un livello, tutto a è il posto giusto. Dettagli essenziali.

 

Come detto il punto di forza è la giocabilità :  fluido,  veloce, ma anche dannatamente difficile. Ha anche un ottimo fattore di rigiocabilità, potresti semplicemente volerlo rigiocare per vedere se riesci a raggiungere il quarto livello senza perdere una vita o migliorare il tuo punteggio elevato. Ha una grande curva di apprendimento, all’inizio sembra difficile, impara il primo livello e le cose iniziano ad adattarsi. Se perdi una vita, puoi comunque continuare il livello senza power-up, e di solito una nave power-up appare quasi sempre dopo aver ricominciato a giocare, dandoti un pod / scudo che è tutto ciò che ti serve per andare oltre. L’unico problema è che è uno sparatutto vecchia scuola, sono come i giochi di flipper, li odi o li ami, quindi come ho detto se non ti piace il genere lascia perdere.Nessuna possibilità di salvataggio

Sono 6 i livelli . Alla fine di ogni livello si trova l’immancabile “boss”. L’armamento è molto vario, tramite pod resi disponibili dai nemici distrutti. Si può ottenere:

    Armi

  • Un pod ausiliario.
  • Un laser classico.
  • Un laser a barriera, sparabile anche dai pod di assistenza.
  • Una salva di missili a ricerca.
  • Uno sparo a movimento rotatorio.
  • Un beam multidirezionale.
  • Uno spead shot, colpo a copertura a 75 gradi.
  • Uno sparo a lanciafiamme.
  • Un colpo a “V” sul posteriore dell’astronave.
  • Due pod difensivi(sopra e sotto l’astronave).

    Livelli

  • Livello 1: La base nemica.
  • Livello 2: La pianura bio-meccanica.
  • Livello 3: La caverna dei minerali.
  • Livello 4: Il pianeta alieno.
  • Livello 5: Il mare contaminato.
  • Livello 6: L’astronave-boss aliena.

 

Esiste anche un remake programmato dal francese Christophe Simon per Pc chiamato : LAST OUT 

Ben fatto graficamente e con tutti i livelli in paralasse!


 

Qualche download :

https://gamesnostalgia.com/it/game/z-out
 

Ed immancabili le recensioni dell’epoca


 

Lascia un commento!

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.